Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 Comunicazioni fiscali
Guida all'uso
 
lib
lib
lib
lib
lib
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod.730-4 resi disponibili dall Agenzia delle Entrate

 

Regole di abilitazione Applicazione Ricezione 730-4

L’applicazione Ricezione 730-4 è composta da due quadri alternativi tra di loro:

CSO -> Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi al mod. 730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate;

CRD -> Scheda per la comunicazione di cessazione del rapporto di delega

Al momento dell’abilitazione dell’applicazione è necessario scegliere quale tipologia di comunicazione abilitare.

 

Scegliendo l’opzione CSO è necessario scegliere la destinazione telematica presso la quale l’Agenzia provvederà ad inviare i dati relativi ai risultati contabili del modello 730-4.

  • Direttamente all’indirizzo telematico del sostituto (Quadro A)
  • Presso l’indirizzo telematico dell’intermediario (Quadro B)

Le opzioni sono anch’esse alternative tra di loro.

 

La scelta effettuata in fase di abilitazione potrà comunque essere modificata successivamente all’interno del quadro CSO o CRD, utilizzando la gestione “Tipologia Comunicazione”.

Quadro CSO

Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod.730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate.

La comunicazione deve essere utilizzata da tutti sostituti di imposta che non hanno già inviato la comunicazione e da coloro che devono variare dati già comunicati.

Nel modello devono essere indicati i dati relativi al sostituto d’imposta e il codice della sede telematica presso la quale l’Agenzia delle Entrate provvederà a rendere disponibili i dati relativi ai risultati contabili dei modelli 730-4.

  1. DATI DEL SOSTITUO DI IMPOSTA RICHIEDENTE

Nella presente sezione il software compila i campi relativi al Codice fiscale, numero di cellulare e Indirizzo di posta elettronica, già inseriti nell’anagrafica della ditta.

L’utente deve indicare il numero di protocollo, che è stato attribuito dall’Agenzia delle Entrate all’ultima dichiarazione del modello 770 da presentarsi nell’anno precedente a quello di inoltro della presente comunicazione, e il numero “progressivo dichiarazione”. Se invece, il modello 770, non è stato presentato occorre barrare l’apposita casella.

  1. COMUNICAZIONE SOSTITUTIVA E RICHIESTA DI RE-INOLTRO

Nel caso in cui il sostituto di imposta intenda variare uno o più dati già comunicati deve indicare in questa sezione il numero di protocollo che è stato attribuito nella precedente comunicazione e il numero “progressivo dichiarazione”.

Per richiedere il re-inoltro dei file messi a disposizione presso la sede telematica indicata nella comunicazione da sostituire deve essere barrata la relativa casella. La casella non può essere barrata in sede di prima comunicazione del modello. Inoltre può essere barrata solo se l’invio del modello avviene tra il 20 giugno e il 31 ottobre.

  1. QUADRO A e del QUADRO B.

La compilazione del Quadro A è alternativa alla compilazione del Quadro B.

  1. Compilazione del Quadro A

Questo quadro deve essere compilato dai Sostituti di imposta per richiedere che i Modelli 730-4 siano resi disponibili presso la propria utenza telematica.

Il quadro si divide in due sezioni alternative tra loro:

Sezione I – riservata ai sostituiti che sono abilitati al servizio telematico di Fisconline.

Sezione II – riservata ai sostituiti che sono abilitati al servizio telematico di Entratel.

  1. Compilazione del Quadro B

Questo quadro deve essere compilato dai Sostituti di imposta per richiedere che i Modelli 730-4 siano resi disponibili presso l’utenza telematica di un intermediario abilitato.

Nel caso di “compilazione del Quadro B” il codice fiscale dell’intermediario incaricato, deve coincidere con il codice fiscale indicato nella sezione “IMPEGNO ALLA PRESENTAZIONE TELEMATICA”.

Per inserire l’Intermediario è quindi necessario selezionarlo dal pulsante presente nella sezione sottostante (si veda il successivo punto 5 della guida 5. Impegno alla presentazione telematica).

Se è attivo il quadro B, il software compila in automatico la sezione DELEGA.

Selezionando l’intermediario, il software compila il campo codice fiscale dell’intermediario incaricato presente nel campo 1 del quadro B e nel corrispettivo campo presente nella sezione “Delega”.

N.B. Qualora, per un errore di abilitazione, si voglia modificare il quadro o la sezione da compilare cliccare il pulsante  e procedere alla modifica.

4. REVOCA DELLA COMUNICAZIONE

Il sostituto che cessa l’attività deve inviare la comunicazione, per richiedere la revoca della comunicazione precedentemente trasmessa, inserendo la partiva Iva nell’apposito campo. Il software in automatico compila il campo “Firma”.

5. IMPEGNO ALLA PRESENTAZIONE TELEMATICA

 

Per la compilazione della sezione “Impegno alla presentazione telematica” si deve utilizzare la gestione intermediari che si apre dal pulsante .

Si ricorda che nel caso di compilazione del “Quadro B” il codice fiscale dell’intermediario incaricato deve coincidere con il codice fiscale che è indicato nella sezione “IMPEGNO ALLA PRESENTAZIONE TELEMATICA

Per il funzionamento dettagliato della gestione si rimanda alla guida on-line presente nella maschera.

 

 

 

 

 

 

 

N° doc. 36445 - aggiornato il 08/03/2018 - Autore: GBsoftware S.p.A
GBsoftware S.p.A. - Via B. Oriani, 153 00197 Roma - C.Fisc. e P.Iva 07946271009 - Tel. 06.97626336 - Fax 075.9460737 - info@gbsoftware.it