Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 Contabilità
Guida all'uso
 
guida
lib
guida
lib
lib
lib
6 DDT - Fatture - Scadenziario
lib
7 Prima nota
guida
lib
lib
lib
11 Bilancio e Gestioni collegate
lib
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture - 6.2 D.D.T.
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
6.2.2 - Come si crea un Documento di Trasporto

Il D.P.R. 472/1996 dal 27/09/1996 ha disposto la soppressione dell’obbligo della bolla di accompagnamento che rimane obbligatoria in particolari settori merceologici : tabacchi e fiammiferi, prodotti assoggettati ad accisa , ad imposta di consumo e a vigilanza fiscale.

Il principio della non obbligatorietà di documenti di accompagnamento incontra due eccezioni :

-         fatturazione differita

-         movimentazione di beni a titolo non traslativo

La possibilità di avvalersi della fatturazione differita per le cessioni di beni è consentita dal comma 4 dell’art. 21 del DPR 633/1972 (Testo Unico dell’Iva) a condizione che l’operazione risulti da un DOCUMENTO DI TRASPORTO (D.d.T.) emesso in duplice copia, contenente le informazioni ive richieste e deve essere emesso prima dell’inizio del trasporto o consegna. Tale documento può accompagnare le merci durante il trasporto o può essere spedito alla controparte entro le ora 24 del giorno di effettuazione del trasporto.

Le caratteristiche del D.d.T. sono individuate dal comma 3 del D.P.R. 472/1996 e riguardano solo il contenuto dello stesso.

Dal D.d.T. devono risultare :

-         numero progressivo attribuito (è consentito l’utilizzo di distinte serie di numerazioni in relazione ai diversi punti di emissione, come magazzini, stabilimenti ecc.);

-         data di consegna e spedizione della merce (che può essere successiva alla data di formazione del documento);

-         generalità del cedente, del cessionario e dell’eventuale impresa incaricata del trasporto (VETTORE); In caso di fatturazione differita delle cessioni di beni con triangolazione, il D.d.T. deve indicare che i beni ceduti vengono inviati direttamente al secondo cessionario inserendo la destinazione diversa;

-         descrizione della natura, qualità e quantità (solo in cifre) dei beni ceduti;

-         causale del trasporto quando sia diversa dalla vendita (es. lavorazione, comodato…)

 

I documenti di trasporto possono essere di diverse tipologie a seconda delle esigenze e necessità.

Le variabili possono essere in funzione di :

-         previsioni di legge

-         esigenze organizzative

-         tipologie speciali

COME SI CREA UN DOCUMENTO DI TRASPORTO

Il nostro software prevede 8 tipologie di D.D.T. che alimenteranno la produzione delle fatture e successiva produzione dello scadenziario; queste sono :
 
Per effettuare la compilazione di un D.d.T. posizionarsi all’interno della maschera “Fatture”.


 
All’interno sono presenti diverse gestioni tra le quali quella del Documento di Trasporto. Per abilitarla cliccare nel pulsante stesso.
 

 
All’apertura della maschera sarà possibile creare il D.d.T. dal pulsante “Nuovo”  . In automatico verrà aperta la maschera per l’inserimento dei dati del cessionario
(Vedi Guida 6.2.1.3 Gestione Elenco Clienti/Fornitori).
 
 
 
All’interno di questa maschera è possibile inserire oltre ai dati identificativi del cessionario anche i dati relativi alle causali iva e contropartite predefinite e ai dati per la fatturazione.
I dati per la fatturazione verranno poi riportati nel D.d.T. e prevedono l’inserimento della :

- Modalità di pagamento 
 
- Destinazione merce se diversa 




All’apertura di un Nuovo D.d.T. verrà sempre proposto il D.d.t. Base. La scelta della tipologia di D.d.T. si effettua cliccando sul cursore a discesa e selezionando uno tra quelli proposti. 
                                                                      
 


     1)    D.D.T. BASE
 
Per effettuare il primo salvataggio del D.d.T. Base è richiesto l’inserimento dei seguenti dati :

-         Data documento viene proposta quella del computer;

-         Numero Documento :  viene proposto il primo numero libero, modificabile dall’utente. La sezione è divisa in due parti. Nella prima viene riportato il numero progressivo e nella seconda , da input, l’utente indica un codice per effettuare con la stessa numerazione un altro D.d.T. (campo da utilizzare nel caso in cui si devono effettuare numerazioni diverse o doppie; es.1 bis…)
 
Salvando tramite il pulsante “Salva”  il software informa che il D.d.T. Base è incompleto e che lo stato è “In Preparazione”,
quindi non sarà possibile associarlo a fattura finché non verranno inseriti tutti i dati obbligatori.
 
 



Cliccando “SI”, avremo il salvataggio del D.d.T. Base e lo stato verrà impostato “In Preparazione” 
 
Lo Stato del D.d.T. può essere visto anche dal pulsante “Elenco D.d.T.” , nel quale vengono classificati su delle tabelle di riepilogo per ordine di data (dall’ultimo al primo creato)

 


Ogni tipologia di D.d.T. prevede la compilazione di alcuni campi obbligatori e di altri facoltativi.
Per completare il D.d.T. Base di modo che lo stato da “In Preparazione” passi a “Pronti da Fatturare” occorre :
-         compilare il dettaglio del D.d.T. Base (codice, descrizione e unita di misura)




-         inserire la causale del trasporto  (selezionarla dall’elenco a discesa)
-         verificare la data inizio e consegna merce se corretta, dato che , viene proposta in automatico dal software uguale alla data del D.d.T. ma può essere modificata.
 
 
 
Dopo aver inserito questi , salvando, il passaggio allo stato “Pronti da fatturare” avviene in automatico.
A questo punto il D.d.T. è pronto per essere associato alla fatturazione dal pulsante "Elenco D.d.T." (Vedi Guida 5.5.3 – Dal D.d.T. alla fattura)


 
  
Ulteriori dati facoltativi da inserire nel D.d.T. per avere più informazioni sono relativi al trasporto.
Si può inserire:  
 
-         chi effettua il trasporto : mittente, destinatario e Vettore (la scelta si effettua tramite l’elenco a discesa) 

Se il trasporto viene effettuato dal Vettore, in automatico viene abilitato il campo per l’inserimento dei dati anagrafici obbligatori dell’impresa incaricata al trasporto.

 
 
Per inserire i dati anagrafici cliccare nel pulsante  . Si apre una tabella dove si potrà inserire il nuovo nominativo con tutti i dati anagrafici necessari oppure se già presente scegliere tra quelli caricati.

 

 
 
Per caricare un nuovo “Vettore” inserire i dati da input nelle varie sezioni poste in basso alla tabella :
-         Denominazione
-         Ragione sociale
-         Codice fiscale
-         Partita Iva
-         Indirizzo/Comune/Provincia/C.A.P.( il comune può essere caricato anche dal pulsante  )
-         Telefono / Telefax / E-Mail /
-         Numero Iscrizione Albo Trasportatori

 
Dopo aver inserito i vari dati cliccare nel pulsante “Salva”,  il nominativo verrà scaricato all’interno della tabella.
 
            
 
 
Per inserire i dati dell’Impresa di Trasporto nel D.d.T.,fare doppio click nella riga inserita,ottenendo cosìla compilazione dei dati dell’impresa
incaricata al trasporto.
Per modificare i dati dell’Impresa Trasporto cliccare il pulsante modifica.
Per eliminarlo cliccare nel pulsante elimina.
 

        
 
Inoltre nella sezione Dati Piè Di Pagina si può caricare :
      -         Il Numero colli : indicare da input il numero dei colli delle merci da trasportare
      -         Porto: indicare dall’elenco a discesa il tipo di spedizione della merce:
°       Porto Franco : spedizione di merci , con pagamento del trasporto a carico del mittente;
°       Porto Assegnato : spedizione di merci , con pagamento del trasporto a carico del destinatario;
      -         Peso Lordo: indicare da input il peso lordo della merce trasportata;
      -         Peso Netto: indicare da input il peso netto della merce trasportata;
      -         Aspetto Esteriore dei Beni: indicare dall’elenco a discesa l’aspetto del bene (Visibile);
      -         Ora Inizio e Ora Consegna Merce: indicare da input l’ora di inizio e di fine consegna ;
      -         Agente: indicare da input il nominativo ed altri eventuali dati che identificano l’agente;
      -         Annotazioni: indicare da input eventuali informazioni in merito alla merce trasportata;
-    Targa Automezzo: Inserire da input la targa dell’automezzo che effettua il trasporto
-    Nominativo Proprietario Automezzo: Inserire da input il nome del proprietario dell’automezzo.
 
 



 
Selezionando dall’elenco a discesa la seconda tipologia dei D.d.T. oltre ad inserire tutto ciò che è richiesto in quello base si avrà in più :
-         il dettaglio dei dati di pagamento : Modalità e banca di appoggio caricati in precedenza nella tabella dei clienti/fornitori dal pulsante “Dati Fatturazione”;
 
   
 
-         si dovranno inserire nella seconda form “Dettaglio” i dati richiesti :

o        Unità di Misura: cliccando la freccia si apre un elenco a discesa dove poter scegliere l’unità di misura;
 

         
 
o        Quantità: indicare da input la quantità di merce trasportata per ogni merce
o        Prezzo Unitario: indicare da input il prezzo unitario per ogni merce
o        Importo: calcolo effettuato in automatico dal programma (Quantità * Prezzo Unitario)
o        Iva: indicare o con il doppio click o con il tasto funzione F3 l’aliquota iva a cui sono soggetti le varie merci. Se si è a conoscenza dei vari codici è possibile imputarli manualmente nel campo;
o        Imponibile Merce: è la somma, effettuata in automatico dal programma, dell’importo delle merci indicate;
o        Totale Documento: è la somma, effettuata in automatico dal programma, del totale Imponibile merce e totale Iva;
 
      
 
Se dopo aver salvato il D.d.T. Base + Importi si vuole adottare il modello Base per lo stesso è opportuno andare nella sezione “Dati Testata” e cambiare la tipologia dall’elenco a discesa. Questo può essere fatto anche se come base di partenza abbiamo un D.d.T. di tipo Base e si vuole passare a un D.d.T. con maggiori informazioni. Starà poi all’utente compilare i dati mancanti;


 
Selezionando dall’elenco a discesa la terza tipologia dei D.d.T. oltre ad inserire tutto ciò che è richiesto in quello base si dovrà in più compilare nella sezione “Dati Piè di Pagina” la parte che riguarda all’imballaggio.
I dati richiesti da inserire da input sono :
 
- Tipologia Imballaggio : descrizione dell’imballaggio trasportato
- Imballaggi Consegnati : numero di imballaggi consegnati
- Imballaggi Resi : numero di imballaggi resi
 
   

 
 
Il D.d.T. Base con importi e imballaggi è l’unione dei dati che formano il D.d.T. Base + Importi e quello + Imballaggi. E’ il D.d.T. completo con tutte le informazioni possibili della merce trasportata.
Si avranno le seguenti sezioni compilate :
 
-         “ DATI TESTATA”
 
   
 
-         “ DETTAGLIO ”
  
          

 
-         “ DATI PIE’ DI PAGINA”
 
     

 
5) D.D.T. BASE AUTOTRASPORTI CONTO TERZI 

Il D.d.T. base Autotrasporti conto Terzi, è l’unione dei dati che formano il D.d.T. Base e i dati relativi all’ Autotrasporto conto Terzi. Questo D.d.T. dettaglia perciò anche le informazioni di chi effettua il trasposto.

Si dovranno compilare le seguenti sezioni:

- “DATI DI TESTATA” 
 
 
 
Per inserire le informazioni relative al “Luogo di Carico della Merce”, cliccare nel pulsante . Si apre una maschera in cui inserire i dati del luogo dove avviene il carico della merce:

- Comune
- Provincia
- C.A.P.
- Indirizzo

 
 

 
Salvare.
Per inserire il “Luogo Carico Merce” nel D.d.T., fare doppio click nella riga inserita.
 


 
Per modificare i dati inseriti cliccare il pulsante “modifica” e, nella parte sottostante di caricamento, cambiare i dati precedentemente immessi e salvare.
Per eliminare tali dati cliccare nel pulsante “elimina”.

- “DETTAGLIO”
 
 
 

 
- “DATI PIE’ DI PAGINA”
 
 

 
- “DATI D.D.T AUTOTRASPORTI” 
 
 
  
 
In questa sezione sarà necessario compilare alcuni campi obbligatori:

- Dati del Proprietario
- Dati del Caricatore
- Dati del Committente
- Dati del Vettore
- Dati di Compilazione (da input)

Al salvataggio del D.d.T., se non sono compilati correttamente questi campi, verranno evidenziati di rosso e il documento creato sarà posto nella form di stato “IN PREPARAZIONE”.
Una volta compilato il tutto passerà allo stato “PRONTO PER FATTURARE”.

 
 

 
Per compilare le sezioni relative al Proprietario, al Caricatore, al Committente e al Vettore, cliccare nel pulsante  . Si aprirà una form da cui inserire i dati dei vari soggetti: 
 
 

 
Il numero Iscrizione Albo Trasportatori, per quanto riguarda il Vettore, è obbligatorio.

Una volta inseriti e salvati, i nominativi verranno riproposti anche alla creazione di un nuovo D.d.T. e sarà possibile riutilizzarli.


6) D.D.T. BASE AUTOTRASPOSRTI CONTO TERZI + IMPORTI


Selezionando dall’elenco a discesa la sesta tipologia dei D.d.T. (Base Autotrasporti conto Terzi + Importi) oltre ad inserire tutto ciò che è richiesto nel D.d.T. base Autotrasporti conto Terzi si avrà in più :

- “DATI TESTATA”

La compilazione di questa sezione è uguale al D.d.T. Base Autotrasporti
.

 

 
- nella seconda form “Dettaglio” si dovranno inserire nei campi:

   o  Unità di Misura: cliccando la freccia si apre un elenco a discesa dove poter scegliere l’unità di misura; 

 
 

 
  o Quantità: indicare da input la quantità di ogni specie di merce trasportata;
  o Prezzo Unitario: indicare da input il prezzo unitario per ogni merce;
  o % Sconto: indicare da input la percentuale di sconto per ogni merce
  o Importo: calcolo effettuato in automatico dal programma (Quantità * Prezzo Unitario)
  o Iva: indicare o con il doppio click o con il tasto funzione F3 l’aliquota iva a cui sono soggetti le varie merci. Se si è a conoscenza dei vari codici è possibile imputarli manualmente nel campo;
  o Imponibile Merce: è la somma, effettuata in automatico dal programma, dell’importo delle merci indicate;
  o Totale Documento: è la somma, effettuata in automatico dal programma, del totale Imponibile merce e totale Iva;

I dati delle sezioni relative al Piè di pagina e al D.d.T. Autotrasporti andranno compilati esattamente come si compilerebbe un D.d.T. Base Autotrasporti.


7) D.D.T. BASE AUTOTRASPORTI CONTO TERZI + IMBALLAGGI
 
 


 
Selezionando dall’elenco a discesa la settima tipologia dei D.d.T. (Base Autotrasporti conto Terzi + Imballaggi) oltre ad inserire tutto ciò che è richiesto in quello base autotrasporti conto terzi, si dovrà in più compilare nella sezione “Dati Piè di Pagina” la parte che riguarda all’imballaggio.
I dati richiesti da inserire da input sono :

- Tipologia Imballaggio : descrizione dell’imballaggio trasportato
- Imballaggi Consegnati : numero di imballaggi consegnati
- Imballaggi Resi : numero di imballaggi resi
 

 
La sezione “Dati D.d.T. Autotrasporti” andrà compilata come per il D.d.T. base Autotrasporti.


8) D.D.T. BASE AUTOTRASPOSRTI CONTO TERZI + IMPORTI + IMBALLAGGI

Il D.d.T. Base Autotrasporti conto Terzi + importi e imballaggi è l’unione dei dati che formano il D.d.T. Base Autotrasporti conto terzi + Importi e + Imballaggi. E’ il D.d.t. completo con tutte le informazioni possibili della merce trasportata.
Si avranno le seguenti sezioni compilate :

- “DATI DI TESTATA”

 
 

 

 - “DETTAGLIO” 

 
  
 

- “DATI PIE’ DI PAGINA” 
 
 

- “DATI D.D.T AUTOTRASPORTI” 

 

                                              
N° doc. 11773 - aggiornato il 30/11/2010 - Autore: GBsoftware S.p.A
GBsoftware S.p.A. - Via B. Oriani, 153 00197 Roma - C.Fisc. e P.Iva 07946271009 - Tel. 06.97626336 - Fax 075.9460737 - info@gbsoftware.it