Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 Contabilità
Guida all'uso
 
guida
lib
guida
lib
lib
lib
6 DDT - Fatture - Scadenziario
lib
7 Prima nota
guida
lib
lib
lib
11 Bilancio e Gestioni collegate
lib
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Gestione Cespiti_4.1.1 Gruppo/Specie

4. Gestione Cespiti


4.1 Tabelle

4.1.1 Gruppo/Specie

La procedura gestisce l’abbinamento a Gruppo e Specie previsti dalla “Tabella dei coefficienti di ammortamento” contenuta nel D.M. del Ministero delle Finanze del 31/12/1988 “Coefficienti di ammortamento del costo dei beni materiali strumentali impiegati nell’esercizio di attività commerciali, arti e professioni”.

Per ogni attività svolta dalla ditta (impresa o professionista) deve essere effettuato l’abbinamento al gruppo e alla specie di appartenenza.

NB: L’abbinamento al gruppo e alla specie è il primo passaggio fondamentale per poter utilizzare la gestione dei cespiti.


L’abbinamento può essere effettuato:

- in maniera preventiva, ancor prima di inserire qualsiasi cespite

- in fase di prima registrazione dei cespiti, se tale operazione non è già stata fatta in precedenza


 Come effettuare l’abbinamento

  Selezione del Gruppo

Cliccando sull’apposito pulsante […] alla voce “Gruppo” si apre l’elenco dei possibili gruppi di appartenenza.
NB: I Gruppi riportati sono quelli previsti dalla “Tabella dei coefficienti di ammortamento” sopra citata.

 


 

  Selezione della Specie

Cliccando sull’apposito pulsante […] alla voce “Specie” si apre l’elenco delle specie di appartenenza previste per il gruppo scelto in precedenza.

 
 
 
 



Dopo aver effettuato l’abbinamento, cliccare il tasto .


Nel caso di esercizio di più attività, nella gestione “Gruppo e Specie” viene evidenziato l’abbinamento relativo all’attività in cui si sta lavorando.


 

 

 

   Settore dell'autotrasporto

I trasportatori di cose per conto terzi, i concessionari di servizi pubblici di linea, i titolari di licenze per trasporto di persone con veicoli da piazza o da noleggio con conducente e le autoscuole, possono dedurre i costi di manutenzione, riparazione, ammodernamento e trasformazione relativi agli automezzi fino al limite del 25% del loro costo complessivo, risultante all’inizio del periodo d’imposta nel registro dei beni ammortizzabili, e l’eccedenza è deducibile in quote costanti nei tre periodi d’imposta successivi.


Per la gestione del Settore dell’Autotrasporto, al fine di determinare l’importo delle manutenzioni e riparazioni fiscalmente deducibile nel periodo d’imposta e quello deducibile nei successivi, apporre un check sulla relativa casella:

 

N° doc. 24048 - aggiornato il 06/07/2012 - Autore: GBsoftware S.p.A.
 Documenti correlati
14/06/2012 - Autore: GBsoftware S.p.A.
   Decreto Ministeriale del 31/12/1988
GBsoftware S.p.A. - Via B. Oriani, 153 00197 Roma - C.Fisc. e P.Iva 07946271009 - Tel. 06.97626336 - Fax 075.9460737 - info@gbsoftware.it