Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 Contabilità
Guida all'uso
 
guida
lib
guida
lib
lib
lib
6 DDT - Fatture - Scadenziario
lib
7 Prima nota
guida
lib
lib
lib
11 Bilancio e Gestioni collegate
lib
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Anagrafica Clienti/Fornitori/Percipienti.

 L’Anagrafica contiene i dati anagrafici dei soggetti che sono clienti e fornitori delle ditte per le quali si effettuano le registrazioni in contabilità. È un’anagrafica comune, ciò significa che il soggetto Tizio che è cliente della ditta Bianchi e fornitore della ditta Beta è inserito una sola volta con un codice univoco per entrambe le ditte.
 



Inserimento nuova anagrafica
Per inserire una nuova anagrafica si deve cliccare il pulsante .
Il primo dato da imputare è il codice che si vuole attribuire alla nuova anagrafica  ; effettuando il salvataggio con il tasto   il programma effettua un controllo in archivio per verificare che il codice attribuito non sia già presente; in caso affermativo non permette il salvataggio.
N.B. Il codice da inserire deve avere una lunghezza minima di tre caratteri e una lunghezza massima di dodici. Possono essere inseriti codice numerici o alfanumerici.
 
Dopo avere attribuito il codice inserire:
  • C.F. – il codice;
  • P.I. – la partita IVA;
N.B. Dopo aver inserito Codice Fiscale e Partita Iva è consigliabile effettuare il salvataggio dei dati; infatti il programma effettua dei controlli in archivio per verificare che non ci siano anagrafiche inserite con lo stesso codice fiscale/partita Iva (controllo per evitare ridondanze).
 
L’anagrafica è suddivisa in due tab:
Ø       Dati anagrafici
Ø       Percipiente
 
1) Dati Anagrafici
  • Cogn.R.Soc. – il cognome o la ragione sociale;
  • Nome – il nome;
 
   _ Inserimento Residenza
  • Indirizzo – la via e il numero civico;
  • C.A.P. – dopo aver inserito la città la procedura lo riporta automaticamente, con la possibilità di effettuare modifiche.
  • Città – cliccando sul pulsante   si apre una griglia da cui scegliere la città.
 
La ricerca può essere effettuata per Città, Prov., Regione, Codice Catastale, Codice Istat e C.A.P.; per rimuovere il filtro di ricerca effettuato cliccare il pulsante “Rimuovi filtro”.
Effettuare doppio click per riportare la città nell’anagrafica; per azzerare il valore di una scelta precedentemente effettuata cliccare il pulsante “Azzera”.

NB. Se l’anagrafica inserita è relativa ad un soggetto percipiente è obbligatoria la compilazione dei dati relativi alla residenza.

2) Percipiente

Nel caso in cui il soggetto è un percipiente deve essere compilata anche questa tab, al fine di poter gestire la generazione del modello F24 per il versamento delle ritenute d’acconto, delle certificazioni relative ai compensi corrisposti e la compilazione del modello 770 semplificato.
 
 
Ritenute: indicare una delle possibili 6 situazioni:
  • 1 -  Non soggetto con Cassa Ordine, si deve utilizzare per i percipienti ai quali non si applica la ritenuta d’acconto e sono iscritti alla Cassa di un Ordine professionale.
  • 2 -  Non soggetto con Gestione Separata, si deve utilizzare per i percipienti ai quali non si applica la ritenuta d’acconto e sono iscritti alla Gestione Separata INPS.
  • 3 - Non soggetto con Gestione Separata e Cassa Ordine, si deve utilizzare per i percipienti ai quali non si applica la ritenuta d’acconto e sono iscritti alla Gestione Separata INPS e comunque inseriscono in fattura il contributo alla Cassa dell’Ordine.
  • 4 - Irpef con Cassa Ordine, si deve utilizzare per i percipienti ai quali  si applica la ritenuta d’acconto e sono iscritti alla Cassa di un Ordine professionale.
  • 5 - Irpef con Gestione Separata, si deve utilizzare per i percipienti ai quali  si applica la ritenuta d’acconto e sono iscritti alla Gestione Separata INPS.
  • 6 - Irpef con Gestione Separata e Cassa Ordine, si deve utilizzare per i percipienti ai quali si applica la ritenuta d’acconto e sono iscritti alla Gestione Separata INPS e comunque inseriscono in fattura il contributo alla Cassa dell’Ordine.
Causale Prestazione: indicare una delle causali presenti nell’elenco ( le causali sono quelle presenti all’interno dell’applicazione 770s nel quadro relativo alle certificazioni di lavoro autonomo). Scelta la Causale la procedura compila automaticamente, la casella relativa al Codice tributo che sarà poi usato per versare la ritenuta d’acconto, l’ Imponibile a ritenuta ovvero la percentuale imponibile del compenso, l’ Aliquota ritenuta ovvero l’aliquota della ritenuta d’acconto.
Aliquota Cassa Ordine: indicare l’aliquota applicata in fattura relativa al contributo per la  Cassa Professionale.
Aliquota Gestione Separata: indicare l’aliquota applicata in fattura relativa al contributo per la Gestione Separata.
 
3) Causali e Contropartite Predefinite
 
Nell’anagrafica Clienti e Fornitori è stata inserita la possibilità di visualizzare se il codice cliente/fornitore è abbinato alla ditta.
Se il codice non è abbinato, cliccare su abbina anagrafica selezionata per la ditta GB999.
 
 
Si abilità il pulsante Inserisci o Modifica Abbinamenti; Quando il codice è già abbinato il pulsante è già attivo. Da qui, cliccando sul pulsante, si apre una tabella con 2 sezioni, nelle quali è possibile abbinare causali iva e contropartite predefinite.
 
 
Per effettuare l’abbinamento aprire la tabella causali Iva/Piano dei conti con il tasto “F3” o con doppio click nel campo; se si inserisce più di una causale o più di una contropartita è possibile ridefinire anche la numerazione dell’ordine di scarico;
 
 
Lo stesso procedimento si utilizza per l’inserimento delle contropartite.
 
 
 
Alla chiusura della maschera, in automatico, il programma riporta i dati nella schermata; Tutto ciò serve a facilitare la registrazione delle fatture in prima nota.
 
 
Si possono ottenere diverse combinazioni :  
  •  Una sola causale Iva : verrà proposta la registrazione già completa della suddivisione dell’imponibile e dell’Iva, evidenziando , in base alla causale scelta, anche la parte di Iva detraibile. Il focus verrà posto nel campo dell’imponibile per variare eventualmente l’importo; (Immagine)
  • Una sola contropartita :  viene scaricata al passaggio dalla sezione relativa ai dati Iva a quella della registrazione in contabilità, proponendo l’importo del costo o del ricavo;
  •  Una causale Iva e una Contropartita : dopo aver digitato l’importo, in automatico, scarica sia la causale che la contropartita ed il focus verrà posto nella casella dell’imponibile dell’Iva, di modo che sia possibile effettuare delle modiche. Risultando la registrazione già completa di tutti i dati si può direttamente salvare tramite il pulsante “Salva” oppure con la funzione “Esci”;
  • Una sola causale Iva e più contropartite : verrà proposta la registrazione già completa della suddivisione dell’imponibile e dell’Iva, evidenziando , in base alla causale scelta, anche la parte di Iva detraibile. Inoltre propone anche le contropartite abbinate al cliente/fornitore con il totale dell’imponibile nel primo conto. Sarà sufficiente modificare l’importo per ottenere il riporto dell’imponibile nel secondo conto e cosi via, finché la registrazione non risulti chiusa;
  • Più causali Iva e una sola contropartita : dopo aver digitato l’importo, in automatico, scarica le causali Iva inserite come predefinite e l’importo dell’imponibile viene imputato nel primo rigo. Sarà l’utente a modificare l’imponibile e il residuo verrà riportato nella causale successiva, questo finché non risulti lo sbilancio. Il conto viene scaricato al momento del passaggio da registrazione Iva a registrazione contabilità , nel quale viene imputato il totale;
  • Più causali Iva e più contropartite : digitato l’importo, in automatico, scarica le causali Iva inserite come predefinite e l’importo dell’imponibile viene imputato nel primo rigo. Sarà l’utente a modificare l’imponibile e il residuo verrà riportato nella causale successiva, questo finché non risulti lo sbilancio. Le contropartite vengono scaricate al momento del passaggio da registrazione Iva a registrazione contabilità. L’imponibile viene imputato nel primo conto, starà all’utente a modificarlo e la parte restante verrà riportata nella seconda contropartita predefinita e cosi via, questo finché non risulti lo sbilancio.

 
Eliminazione Cliente/Fornitore
Per cancellare un’anagrafica selezionare il cliente/fornitore/percipiente e cliccare il tasto ; prima di procedere con la cancellazione il programma richiede un messaggio di conferma.
 
Stampa elenco Clienti/Fornitori/Percipienti.
Per stampare l’elenco dei Clienti/Fornitori/Percipienti, si deve cliccare il tasto  , dal quale si apre una maschera che permette di scegliere i dati che si vogliono stampare.

Stampa scheda del Cliente/Fornitore/Percipiente

Per stampare la scheda del Cliente/Fornitore/Percipiente , si deve cliccare il tasto .
 
Variazione dei dati del Cliente/Fornitore/Percipiente
Nel caso di variazione dei dati caricati in anagrafica è possibile, con il tasto , bloccare la situazione ad una certa data. Cliccando sul bottone “Storicizza” il programma apre una maschera da cui scegliere la data in cui effettuare la storicizzazione
 
In caso di storicizzazione, i vecchi dati vengono salvati in una maschera visibile cliccando sopra la tab. con la data in cui è avvenuta la storicizzazione.
  
La procedura apre automaticamente una nuova maschera, quella Attuale, dove riporta gli stessi dati che sono stati storicizzati e che ora possono essere modificati.
Nel caso in cui si voglia modificare lo storico, ci si deve posizionare nella tab. che contiene i dati storicizzati e cliccare sul tasto  .
 
Importazione dell’anagrafe da file telematico.
Cliccando il pulsante  (Importazione dell’anagrafe da file telematico) si apre una maschera “Creazione anagrafica da file telematico” dalla quale si possono importare i dati anagrafici dei Clienti/Fornitori/Percipienti dai file telematici. (Vedi guida all’interno della maschera “Creazione anagrafica da file telematico”).
Visualizza solo nominativi abbinati alla ditta corrente
Cliccando il pulsante  , si ottiene l’elenco dei clienti e fornitori appartenenti alla ditta corrente.
Abbinamento anagrafica alla ditta
Nel momento in cui tale anagrafica viene abbinata alla ditta mediante l’utilizzo in contabilità verrà inserita nel piano dei conti come cliente o fornitore a seconda della causale contabile utilizzata.
Per Esempio:
- utilizzo con causale contabile FV – Fattura di vendita: viene inserito nel piano dei conti preceduto dal prefisso 40 (Clienti)
- utilizzo con causale contabile FA - Fattura di acquisto: viene inserito nel piano dei conti preceduto dal prefisso 41 (Fornitori)
 
 
Inoltre l’abbinamento di un’anagrafica alla ditta può essere effettuato con altre due modalità:
 
-         da Piano dei conti/causali – Bilancio di apertura
 
 
 -         durante la registrazione della prima nota Iva


 
N° doc. 4859 - aggiornato il 23/12/2009 - Autore: GBsoftware
 Documenti correlati
02/01/2008 - Autore: GBsoftware S.p.A
   Importazione anagrafiche clienti fornitori da Teamsystem
GBsoftware S.p.A. - Via B. Oriani, 153 00197 Roma - C.Fisc. e P.Iva 07946271009 - Tel. 06.97626336 - Fax 075.9460737 - info@gbsoftware.it