Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 Dichiarazioni dei redditi
Guida all'uso
 
lib
Dichiarazioni Fiscali 2022
lib
Dichiarazioni Fiscali 2021
lib
Dichiarazioni Fiscali 2019
lib
Redditi 2022
lib
Redditi 2021
lib
Redditi 2019
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Modello 730 - Quadri B - C - D
Funzioni dei quadri B-C-D

         Quadro B

Il quadro B può essere compilato in due modalità:

-       inserendo direttamente i dati nel quadro (si ricorda che compilando il quadro manualmente, i dati inseriti non saranno riportati in automatico nel 730/3, ma dovrà essere l’utente ad indicarli nel Riepilogo);

-      utilizzando la “Gestione Fabbricati” che si apre dal pulsante . La compilazione del quadro avviene in automatico dopo aver inserito i dati nella scheda.
 



 
Per il funzionamento dettagliato della gestione si rimanda alla guida on-line presente nella maschera.
 

Quadro C


Il quadro C è diviso in 5 sezioni:


Sez. I
- Redditi di lavoro dipendente e assimilati 

Sez. II - Altri redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente;
Sez. III - Ritenute Irpef e addizionale regionale all’Irpef;
Sez. IV - Ritenute addizionale comunale all’Irpef;
Sez. V - Bonus Irpef


  

In particolare è presente la gestione per l’inserimento dei giorni di lavoro dipendente e di pensione e per l’ammontare delle ritenute da indicare nelle sezioni I, III e IV.



 

  

 
         Quadro D

 

Il quadro D è diviso in 2 sezioni: nella prima vanno indicati i redditi di capitale, i redditi di lavoro autonomo e i redditi diversi; nella seconda vanno indicati i redditi soggetti a tassazione separata.

Per indicare le spese, inerenti la produzione dei redditi diversi del rigo D4  e D5, utilizzare la gestione che si apre facendo doppio click nella colonna 2 del rigo.

 

 
 
  
 

Dall’anno d’imposta 2017 i redditi diversi derivanti da sublocazione breve, e da locazione da parte del comodatario indicati nel quadro Certificazione Redditi-Locazioni brevi della Certificazione Unica, vanno indicati nel rigo D4 indicando nella colonna “3” il codice 10.

 

Barrare la colonna 2 (cedolare secca) nel caso di opzione per l’applicazione della cedolare secca sulle locazioni brevi. La casella può essere barrata solo se nella colonna 3 è indicato il codice 10.


 

 

 

NB. La colonna 5 non può essere compilata se nella colonna 3 è indicato il codice 10 ed è stata barrata la colonna 2.

 

 

 

N° doc. 34391 - aggiornato il 22/03/2018 - Autore: GBsoftware S.p.A
GBsoftware S.p.A. - Via B. Oriani, 153 00197 Roma - C.Fisc. e P.Iva 07946271009 - Tel. 06.97626336 - Fax 075.9460737 - info@gbsoftware.it