Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 Dichiarazioni dei redditi
Guida all'uso
 
lib
Dichiarazioni Fiscali 2022
lib
Dichiarazioni Fiscali 2021
lib
Redditi 2021
lib
Redditi 2020
lib
Dichiarazioni Fiscali 2019
lib
Redditi 2019
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Funzioni della Gestione Adeguamento Studi

9 - Funzioni della Gestione Adeguamento Studi

La maschera “Gestione Adeguamento” deve essere utilizzata nei casi in cui la ditta risulta NON CONGRUA e quindi si vuole effettuare l’adeguamento.

 

 



 
N.B: La gestione deve essere utilizzata solamente dopo aver calcolato in Ge.Ri.Co la posizione della ditta.

 

 
Dopo aver calcolato la posizione in Ge.Ri.Co, la procedura riporta in automatico all’interno della gestione l’esito del calcolo “CONGRUO” o “NON CONGRUO”. Qualora l’esito del calcolo risulti non congruo, occorre inserire i dati che Ge.Ri.Co fornisce per effettuare l’Adeguamento.
 

 

Come si vede nell’esempio, nella colonna “Valori da Studi” devono essere inseriti manualmente, i dati che emergono dal calcolo dello studio di settore in Ge.Ri.Co. Nella colonna “Adeguamento” si devono inserire i valori che si voglio utilizzare per adeguarsi.

N.B: Qualora l'adeguamento al maggior volume d'affari ai fini Iva sia diverso da quello al maggior ricavo ai fini delle imposte Dirette e dell'IRAP indicare l'importo nel campo "Volume d'affari", modificando quello riportato in automatico dalla procedura.

 

Cliccando il pulsante  il software aggiorna i dati relativi all’adeguamento nel modello Redditi, Irap, S&P,  Ge.Ri.Co e la Gestione Pagamenti

Se la ditta dovesse risultare “NON CONGRUA” agli Studi di settore è possibile adeguare i ricavi o compensi a quelli derivanti dalla loro applicazione, dall’apposita “Gestione adeguamento” che si attiva dal pulsante .
Dopo avere inserito i dati dell’adeguamento nella maschera è possibile, oltre ad effettuare l’invio dei dati alle varie applicazioni, creare la scrittura in prima nota semplicemente cliccando sul pulsante “Registrazione adeguamento in contabilità”.

 

 

 



Al momento in cui si invia la registrazione cliccando sul pulsante “Registrazione adeguamento in contabilità”, l’utente deve decidere la data di registrazione, anche se la procedura propone in automatico la data in cui si opera.


 

    ANNOTAZIONE ADEGUAMENTO IN PRIMANOTA

L’art. 2, comma 2, DPR 195/99 dispone che l’adeguamento al volume d’affari risultante dall’applicazione degli studi di settore ai fini dell’imposta sul valore aggiunto deve essere annotato, entro il termine del versamento a saldo dell’imposta sul reddito, nei registri di cui agli articoli 23 e 24 del DPR 633/72.

Per annotare l’adeguamento in prima nota sono state create causali e conti appositi:

-      ADE: causale contabile utilizzata per identificare l’operazione – guida on line

-      ADE: causale iva, omonima, creata per permettere l’inserimento dei valori dell’”Imponibile” e dell’”Imposta” senza ricalcolo automatico della procedura, dal momento che l’aliquota Iva media di adeguamento è normalmente diversa dalle aliquote Iva in vigore – guida on line

-      40GB_ADEGUA: un soggetto fittizio inserito come cliente per completare l’operazione, in quanto tale conto è utilizzato per contenere il “maggiore ricavo” ed il “maggiore importo Iva”, che risulta dall’adeguamento

-      63275 Imp.adeguam.conc/param/st.set. in cui sono inseriti sia il valore della maggiore Iva dovuta a seguito del calcolo, sia il valore della maggiorazione del 3% dovuta sull’adeguamento.

-      45040  IVA conto Erario è inserito il valore del maggiore valore Iva calcolato in seguito all’adeguamento, che deve essere poi utilizzato in fase di registrazione dell’F24 relativo al pagamento

-      45018  Altri debiti tributari è inserito il valore della maggiorazione del 3%,  che deve essere poi utilizzato in fase di registrazione dell’F24 relativo al pagamento.


 

È importante sottolineare che le causali create da GB per questa operazione, possono essere utilizzate autonomamente dall’utente, nel caso non voglia utilizzare la registrazione proposta ma decida di crearne una completamente nuova.

Nel caso sia utilizzata la registrazione proposta da GB è necessario salvare l’operazione, come qualsiasi altra registrazione, perché sia definitiva.
Inoltre se c’è la necessità di effettuare variazioni alla scrittura proposta, è possibile farlo direttamente prima del salvataggio oppure è possibile tornare in seguito nella registrazione, dalla gestione adeguamento cliccando sul pulsante “Apri reg. adeguamento in contabilità”.

Descrizione: pulsante_apri_reg

 

N° doc. 34915 - aggiornato il 15/05/2017 - Autore: Gbsoftware
GBsoftware S.p.A. - Via B. Oriani, 153 00197 Roma - C.Fisc. e P.Iva 07946271009 - Tel. 06.97626336 - Fax 075.9460737 - info@gbsoftware.it