Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 Bilancio Europeo
Guida all'uso
 
lib
lib
lib
lib
lib
lib
lib
lib
lib
Bilancio Europeo 2015
lib
Bilancio Europeo 2014
lib
Bilancio Europeo 2013
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Nota Integrativa
1. Introduzione

1.1 Le novità per la campagna Bilanci 2015
1.2 Le novità in Nota Integrativa
    1.2.1 Struttura
   
1.2.2 Composizione e redazione


2. Nuova gestione “Nota Integrativa” in Bilancio Europeo GB

2.1 Struttura e funzionalità del documento Nota Integrativa

2.2 Istruzioni di compilazione
     2.2.1 Compilare i prospetti testuali
       
2.2.1.1 Inserire tabelle nei prospetti testuali
    
2.2.2 Compilare le Tabelle
      
2.2.2.1 Proprietà dei campi
      
2.2.2.2 Tabelle incrementative

2.3 Informativa per l’abbreviata

3. Opzioni e funzioni


3.1 Visualizzazione della struttura
    
3.1.1 Espandi tutto
    
3.1.2 Visualizza ad elenco

3.2 Filtri
    
3.2.1 Tabelle integrate alla contabilità
    
3.2.2 Tabelle da input
    
3.2.3 Prospetti testuali
    
3.2.4 Prospetti con dati valorizzati
    
3.2.5 Obbligatorie (solo NI Abbreviata)
    
3.2.6 Contiene […]
     3.2.7 Eliminazione dei filtri impostati
    
3.2.8 Escludi prospetti non filtrati

3.3 Aggiorna

3.4 Pulisci

   
3.4.1 Pulisci tutto
   
3.4.2 Pulisci tabella

3.5 Definitivo per fascicolo


4. Validazione e stampa


4.1 Valida XBRL

4.2 Anteprima Nota Integrativa

4.3 Stampa tutto

4.4 Stampa prospetto


5. Altre opzioni e funzioni

5.1 Note

5.2 Escludi


6. Elaborazione del file XBRL


7. Presentazione del fascicolo al RI



1. Introduzione

1.1 Le novità per la campagna Bilanci 2015

I Bilanci d’esercizio approvati a partire dal 03 Marzo 2015 e relativi a periodi amministrativi chiusi il 31 Dicembre 2014 o successivamente, devono essere conformi alla Nuova Tassonomia Integrata (versione 17-11-2014) che ricomprende in un unico file, codificato nel formato XBRL, sia il Bilancio che la Nota Integrativa.

Ciò comporta dei vantaggi enormi in termini di:
- standardizzazione
- facilità di consultazione
- possibilità di incrociare tra loro i vari dati (comparabilità)

1.2 Le novità in Nota Integrativa

1.2.1 Struttura
La nuova Nota Integrativa non segue la sequenza numerica degli art. 2427 e 2427-bis c.c., ma, in linea con quanto disposto dal nuovo OIC 12, le informazioni sono esposte secondo l’ordine delle relative voci negli schemi di Stato Patrimoniale e Conto Economico.

E’ quindi divisa in 5 sezioni:

1. Introduzione
2. Stato Patrimoniale e Conti d’Ordine
3. Conto Economico
4. Altre informazioni
5. Parte Finale

Le tabelle attualmente contemplate dalla tassonomia sono circoscritte al dettato letterale del codice civile ed esulano dai Principi contabili nazionali (OIC): tutte le informazioni descrittive e/o tabellari raccomandate dai principi contabili potranno essere inserite esclusivamente nei prospetti testuali.


1.2.2 Composizione e redazione
Per il bilancio ordinario sono previste 53 tabelle, ciascuna delle quali è preceduta e seguita da un prospetto testuale rispettivamente di Introduzione e di Commento. Per l’abbreviato sono previste 24 tabelle specifiche.

La struttura descritta al punto 1.2.1 è comune sia alla versione ordinaria che alla versione abbreviata della Nota Integrativa: le due varianti si differenziano, infatti, solo per il diverso dettaglio informativo.

Per garantire la possibilità di ampliare lo spessore delle informazioni offerte nell’ipotesi di applicazione dell’art. 2435-bis c.c., si è però scelto di consentire l’uso, ovviamente alternativo, della maggior parte delle tabelle dell’ordinario (vedi anche paragrafo 2.3 Informativa per l’abbreviata).

Le tabelle non rilevanti per la rappresentazione della specifica situazione aziendale non dovranno essere compilate e non verranno quindi visualizzate nel file finale.

Si ricorda che il file XBRL in sé non implica alcun obbligo di compilazione dei dati. Un’istanza può anche essere generata inserendo i soli prospetti relativi alle fattispecie di informazioni che l’impresa vuole mostrare, nel rispetto di quanto dettato dalle norme civilistiche.

2. Nuova gestione “Nota Integrativa” in Bilancio Europeo GB

2.1 Struttura e funzionalità del documento Nota Integrativa


La maschera è ripartita in 4 sezioni:

la sezione in alto mostra le funzionalità attivabili nella gestione.
la sezione a sinistra riporta la struttura del documento, in base alla visualizzazione e ai filtri selezionati.
la sezione a destra mostra il dettaglio dell’eventuale prospetto selezionato.
la barra in basso riporta ID e nome del prospetto attivo (selezionato).





Per iniziare a lavorare sulla gestione, posizionarsi su uno dei prospetti proposti.

Le primi indicazioni sull’utilizzo della maschera vengono fornite con due messaggi al primo accesso al documento:

- il primo che ricorda che nella nuova struttura della Nota Integrativa non vi è più una distinzione preventiva tra versione ordinaria ed abbreviata.
 

- il secondo che illustra come muovere i primi passi all’interno della nuova gestione.
 


2.2 Istruzioni di compilazione


Per il bilancio ordinario, qualora le poste a cui fanno riferimento siano presenti nel bilancio d’esercizio, sia le tabelle che i relativi prospetti testuali devono essere sempre compilati. Per il bilancio abbreviato, si fornisce nell’apposita sezione “Informativa per la Nota Integrativa Abbreviata” l’indicazione in merito al fatto che vi sia o meno l’obbligo di compilazione delle tabelle e di conseguenza dei relativi testi che le introducono e seguono (vedi punto 2.3 Informativa per l’abbreviata).

2.2.1 Compilare i prospetti testuali
Nella struttura della Nota Integrativa i prospetti testuali sono evidenziati in giallo.
 


Possono essere suddivisi in 3 macro-categorie:

Introduzione alla Nota integrativa
Introduzione e commenti relativi alle singole aree e voci dei prospetti quantitativi
Parte finale della Nota Integrativa 

Per l’inserimento della parte testuale, porsi sempre questa domanda:


 

inserirla nel campo testuale (Introduzione o Commento) relativo alla voce specifica. 
inserirla nell’Introduzione o nella parte finale della Nota Integrativa.

In alcuni prospetti testuali, Bilancio Europeo GB propone per default un testo base eventualmente da personalizzare nel contenuto.

Il testo base riportato può essere integrato, modificato e/o eliminato a discrezione dell’utente.

La personalizzazione del testo può essere effettuata:

manualmente, digitando liberamente il testo voluto.
utilizzando le funzioni copia/incolla da tastiera per riportare porzioni di testo provenienti da altri documenti.

Si ricorda che nel documento è possibile attivare le seguenti funzioni da tastiera:

CTRL+C = copia
CTRL+X = taglia
CTRL+V = incolla
CTRL+Z = annulla


Nonostante la funzione sia attualmente attiva nei prospetti testuali, non è stata ancora portata a termine l'ottimizzazione del copia/incolla che permette di escludere al 100% segnalazioni in fase di produzione del file XBRL.

L’uso dei prospetti testuali consente di recuperare un certo grado di flessibilità considerando anche il fatto che al loro interno possono essere introdotte, qualora necessario, anche ulteriori tabelle.

2.2.1.1 Inserire tabelle nei prospetti testuali

Attualmente la funzionalità non è gestita automaticamente in Bilancio Europeo GB.

Per l’inserimento delle tabelle in HTML nei prospetti testuali, si consulti il Vademecum utente per la redazione del bilancio completo XBRL paragrafo “Creazione ed inserimento di una tabella HTML in nota integrativa”.

2.2.2 Compilare le Tabelle

L’esposizione tabellare costituisce la corsia preferenziale da percorrere per ottenere un maggior grado di standardizzazione, elaborabilità e comparabilità del documento.

Nella struttura della Nota Integrativa le tabelle sono evidenziati in azzurro.

Le tabelle proposte sono state costruite sulla base di un’attenta analisi delle disposizioni civilistiche relative all’informativa da riportare in Nota Integrativa: per ognuna di esse viene infatti indicato anche il relativo riferimento normativo.

Prima di vedere nel dettaglio le regole di compilazione delle tabelle, riepiloghiamo qui le proprietà dei campi GB applicate al modulo Bilancio Europeo.

2.2.2.1 Proprietà dei campi

BIANCO: campo a libera compilazione da parte dell'utente. Confermare il dato immesso con “INVIO” dopo l’inserimento.

ARANCIO “CAMPO FORMULA”: i valori vengono calcolati in automatico dalla procedura. L'utente non può modificarli.

AZZURRO: campo compilato in automatico dalla procedura tramite l’integrazione con la contabilità.
Se il dato proviene da contabilità, è possibile modificarlo operando doppio click sul campo stesso: nella form di dettaglio che si apre, inserire l’importo voluto nella casella gialla “Forzatura” e confermare con “INVIO”. All’uscita dalla form i dati sono aggiornati con la modifica operata.

All’interno di Bilancio Europeo GB le tabelle richieste dalla Tassonomia possono essere ricondotte a due principali modalità di compilazione:


compilazione tramite riporto automatico dei dati

compilazione da input


Le tabelle che descrivono direttamente le poste di bilancio, sono costituite principalmente da campi a sfondo azzurro che riportano in automatico i dati tramite l’integrazione (per dettagli sulle proprietà dei campi si consulti il punto 2.2.2.1 Proprietà dei campi).

Nel caso di inserimento dei soli Saldi di Bilancio senza tenuta della Contabilità, nei prospetti non verranno riportate in automatico le variazioni delle poste, in quanto strettamente collegate alla relativa movimentazione contabile. Si avrà in tal caso una semi-integrazione: i dati mancanti possono essere inseriti tramite apposita Forzatura. 

Con doppio click sul campo specifico, è possibile visualizzare il dettaglio di ogni importo. Si apre infatti la form “DETTAGLI”, all’interno della quale vengono riportati tutti i conti che sono stati movimentati per quello specifico aggregato e che hanno “contribuito” a formare l’importo scaricato.




Per procedere alla modifica del dato scaricato in automatico nel campo specifico, è necessario effettuare una “Forzatura”.


Uscendo dal dettaglio, la Forzatura verrà riportata nell’apposito campo del prospetto in Nota Integrativa.

Le tabelle che possono essere dettagliate da input sono composte principalmente da campi a sfondo bianco. Per la loro compilazione digitare da input il dato in ogni campo e confermare con “INVIO”.




2.2.2.2 Tabelle incrementative

Per alcune poste viene richiesto di dettagliare le caratteristiche attraverso tabelle a righe incrementative.

Come riportato nel Vademecum utente per la redazione del bilancio completo XBRL, “Alcuni prospetti della nota integrativa sono costituiti da elenchi aperti, ovvero un numero indefinito di colonne (in GBSoftware “righe”) che si devono ripetere con lo stesso numero di righe (in GBSoftware “colonne”)”.

Es. Dettagli sulle partecipazioni in imprese controllate possedute direttamente o per tramite di società fiduciaria o per interposta persona.


Si osservi che nel prospetto in esame le righe possono ripetersi tante volte quante sono le imprese controllate che devono essere citate.

Per aumentare il numero delle righe, cliccare su .

2.3 Informativa per l’abbreviata

L’obbligo o meno di fornire una determinata informativa nella Nota Integrativa Abbreviata è segnalato nell’apposita sezione “Informativa per la Nota Integrativa Abbreviata”, visualizzabile all’interno di ogni prospetto.

In questa sezione viene riportato:
  • se il prospetto è obbligatorio o facoltativo:
= obbligatorio
= facoltativo

  • un eventuale suggerimento di compilazione
Anche nel caso in cui non ne sia evidenziato l’obbligo, si può decidere di compilare comunque una determinata tabella.

Qualora vi sia l’obbligo di compilazione (prospetto segnalato con ) viene comunque concessa una certa elasticità:

è possibile procedere all’informativa con delle semplificazioni, rispetto a quanto avviene per chi deve fornire l’analoga informazione nel bilancio ordinario.
In tal caso tale possibilità viene evidenziata accanto all’indicazione dell’obbligatorietà, dove sono anche riportate le varie alternative percorribili.

 
anche nei casi in cui vengano proposte delle modalità semplificate, si può sempre decidere di non avvalersene e optare per l’utilizzo del prospetto più completo (previsto per l’ordinaria).

3. Opzioni e funzioni

3.1 Visualizzazione della struttura

Oltre alla modalità proposta per default, la struttura della Nota Integrativa può essere visualizzata in modalità estesa o ad elenco.

3.1.1 Espandi tutto

Questa funzione attiva l’apertura simultanea di tutti i rami in cui il documento è strutturato. E’ quindi possibile vedere l’elenco di tutti i prospetti, sia testuali che tabellari, ripartiti per rami/sottorami di appartenenza.


3.1.2 Visualizza ad elenco
La funzione permette di visualizzare tutti i prospetti del documento ad elenco, senza alcuna suddivisione per rami/sottorami di appartenenza.
 
 

3.2 Filtri

Ecco i filtri che è possibile impostare all’interno della gestione:

3.2.1 Tabelle integrate alla contabilità
 
 
Visualizza nella sezione sinistra le sole tabelle che contengono dati ricavabili direttamente dalle poste di bilancio e che sono quindi compilate in automatico dalla procedura.

 

Visualizza nella sezione sinistra le sole tabelle che devono essere dettagliate da input.

3.2.3 Prospetti testuali


Visualizza nella sezione sinistra i soli prospetti che devono accogliere una parte testuale. Tali prospetti sono evidenziati in giallo nella struttura della Nota Integrativa.

3.2.4 Prospetti con dati valorizzati


Visualizza nella sezione sinistra i prospetti che sono stati valorizzati dall’utente.

3.2.5 Obbligatorie (solo NI Abbreviata)

 

Consente di filtrare le sole tabelle che contengono la proprietà “
=Obbligatorio” nella sezione “Informativa per la Nota Integrativa Abbreviata”.

3.2.6 Contiene […]



Consente di filtrare i prospetti in base a una o più parole chiave contenute nel nome.

3.2.7 Eliminazione dei filtri impostati

E’ possibile in qualsiasi momento disattivare uno o più filtri in due modi:
- eliminando ad una ad una le spunte inserite in prossimità degli stessi
- utilizzando la funzione “Elimina filtri” che permette di disattivare simultaneamente tutti i filtri impostati. Per attivarla, è necessario accedere alle funzioni residuali dal pulsante e cliccare su “Elimina filtri”.



3.2.8 Escludi prospetti non filtrati

Questa funzione permette di escludere simultaneamente, con un semplice click, i prospetti che non sono contenuti nel filtro attivato.
 
 
Questo può essere particolarmente utile nei casi in cui si vogliano mantenere all’interno della Nota Integrativa i soli prospetti filtrati: tutti gli altri verranno esclusi dalle stampe e dal file XBRL.

Il pulsante è attivo solo se nel caso in cui è stato precedentemente impostato un filtro.


3.3 Aggiorna

Attiva un refresh del documento, che permette l’aggiornamento dei dati riportati all’interno delle tabelle.

3.4 Pulisci

3.4.1 Pulisci tutto
Elimina sia le forzature operate che le eventuali modifiche apportate alla parte testuale in tutti i prospetti del documento.

Un messaggio chiede conferma se si vuol procedere:




= verrà ripulito l’intero documento.
No= annulla l’operazione.


3.4.2 Pulisci tabella
Elimina sia le forzature operate che le eventuali modifiche apportate alla parte testuale nel prospetto selezionato.

Un messaggio chiede conferma se si vuol procedere:
 


 

= verrà ripulito il prospetto selezionato.
No= annulla l’operazione.

Tale funzionalità è attiva solo se è stato selezionato un prospetto all’interno della struttura.

3.5 Definitivo per fascicolo

Cliccando sul pulsante , la procedura avverte con un messaggio del fatto che i dati all’interno della gestione verranno storicizzati e non sarà possibile effettuare modifiche agli stessi:
 


 

= la procedura storicizza la gestione.
No= annulla l’operazione.

Si può procedere alla creazione del file XBRL solo quando entrambi i documenti (Bilancio e Nota Integrativa) sono stati completati e quando per la Nota Integrativa è presente la segnalazione di “Definitivo per fascicolo”.

Una volta attivata la segnalazione, il pulsante appare così: .

E’ possibile in qualsiasi momento disattivare l’indicazione di “Definitivo per fascicolo” cliccando di nuovo sul pulsante.
La procedura avverte con un messaggio del fatto che i dati verranno sbloccati e sarà possibile procedere alla loro modifica, anche se occorrerà nuovamente procedere a tale segnalazione prima della creazione del file XBRL:
 


= la segnalazione di “Definitivo per fascicolo” viene annullata.
No= annulla l’operazione.

4. Validazione e stampa

4.1 Valida XBRL


Cliccando su è possibile controllare e validare il file in tempo reale richiamando l’utility proposta da Infocamere direttamente dal software GB.

4.2 Anteprima Nota Integrativa


Cliccando su è possibile visualizzare l’anteprima del file finale.

L’anteprima riporta la struttura al momento elaborata. Propone lo stesso layout che si attiva all’interno di TebeNI se si richiede la visualizzazione in html.

4.3 Stampa tutto


Cliccando su  si apre l’anteprima di stampa del file in pdf.
Viene visualizzata la struttura completa del documento ed è poi possibile procedere alla stampa.

Propone lo stesso layout che si attiva all’interno di TebeNI se si richiede la visualizzazione in pdf.

4.4 Stampa prospetto

Cliccando su  è possibile visualizzare l’anteprima di stampa del prospetto selezionato e procedere poi alla stampa dello stesso.

5. Altre opzioni e funzioni

5.1 Note

Tale funzionalità verrà introdotta con i prossimi aggiornamenti.

5.2 Escludi

Il check sulla funzione  può essere apposto all’interno di ogni prospetto e permette di escludere il prospetto selezionato nell’anteprima, nella stampa e in fase di creazione dell’XBRL.

Dopo aver inserito il check, il relativo prospetto verrà visualizzato come sbarrato all’interno della struttura della Nota Integrativa.
 

L’XBRL viene elaborato riportando tutte le tabelle valorizzate. Questo check è importante perché consente di escludere un prospetto a discrezione dell’utente, anche se esso contiene dati.

6. Elaborazione del file XBRL


Terminata l’elaborazione del documento, si può procedere alla produzione del file contenente Bilancio e Nota Integrativa, codificato in XBRL sulla base della versione 17-11-2014 della Tassonomia Integrata.

Si può procedere alla creazione del file XBRL solo quando entrambi i documenti (Bilancio e Nota Integrativa) sono stati completati e quando per la Nota Integrativa è presente la segnalazione di “Definitivo per fascicolo”.

La produzione del file XBRL avviene in automatico dopo aver apposto, all’interno della gestione Nota Integrativa, il check su “Definitivo per fascicolo” e aver risposto “” al messaggio.

Accanto al pulsante “Definitivo per fascicolo”, che è ora attivato (1), viene creato il nuovo pulsante “Apri cartella file XBRL” (2).
 

Cliccando su questo pulsante è possibile accedere direttamente al percorso in cui il software ha salvato il file XBRL creato.


Si può richiamare questo percorso anche dall’interno dell’apposita gestione “Produci fascicolo in PDF/A e XBRL”.


Il file viene salvato con estensione .xbrl e così denominato:

Istanza + Codice Fiscale o P.IVA ditta + .xbrl

E’ possibile modificare il nome del file a piacimento. Il Vademecum Utente per la redazione del bilancio completo XBRL, però, suggerisce che “il bilancio dovrà essere salvato […] con un nome significativo, ad esempio il codice fiscale dell’impresa di riferimento, senza spazi […]”.

Per la presentazione dei documenti al Registro Imprese, procedere poi nelle modalità canoniche.

7. Presentazione del fascicolo al RI

L'ultimo passaggio che esegue Bilancio Europeo GB è la creazione dei file e il salvataggio nelle apposite cartelle: procedere all'invio nelle modalità canoniche.
Per indicazioni sulla procedura di deposito è possibile consultare il Manuale operativo per il deposito Bilanci al Registro Imprese relativo alla campagna bilanci 2015 a cui si accede all'interno della guida online della Nota Integrativa, cliccando sul relativo pulsante "Manuale operativo per il deposito bilanci 2015".


 

 
N° doc. 33306 - aggiornato il 26/06/2015 - Autore: GBsoftware S.p.A.
GBsoftware S.p.A. - Via B. Oriani, 153 00197 Roma - C.Fisc. e P.Iva 07946271009 - Tel. 06.97626336 - Fax 075.9460737 - info@gbsoftware.it