Prova INTEGRATO GB
Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 
7.0.2 - Periodicità Iva Torna indietro
N° doc. 24.853
GBsoftware S.p.A
 
lib
lib
lib
 7.2 La gestione della Prima nota
lib
lib
lib
 7.5 Utility
lib
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota - 7.0 Contabilità Iva
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
7.0.2 - Periodicità Iva
 
La liquidazione IVA periodica consiste nella determinazione del debito o del credito d’imposta relativo al periodo di riferimento, la cui rilevazione è, in via ordinaria, mensile.
Tuttavia, in presenza di determinate condizioni e di apposita opzione, è possibile la liquidazione trimestrale; in tali casi, sull’importo liquidato (a debito) sono dovuti gli interessi (1%), indeducibili dal reddito, che sono da annotare distintamente sul registro delle fatture emesse.
L’obbligo riguarda tutti i soggetti passivi, esclusi coloro che hanno esercitato l’opzione per la dispensa degli adempimenti ai fini IVA o che hanno le caratteristiche per usufruire dei regimi delle nuove iniziative produttive, del regime dei minimi o del regime di esonero per gli agricoltori e non hanno optato per il regime ordinario.
La legge di Stabilità 2012 (in vigore dal 1.01.2012) riallinea i limiti per la liquidazione trimestrale dell’IVA con quelli previsti per il regime di contabilità semplificata, già aumentati dell’art. 7, c. 2, lett. s) D.L. 70/2011.

Possono optare per la liquidazione trimestrale dell’IVA:
  • le imprese aventi per oggetto prestazione di servizi che, nell’anno precedente, non hanno superato un volume d’affari di euro 400.000,00;
  • le imprese aventi per oggetto altre attività che, nell’anno precedente, non hanno superato un volume d’affari di euro 700.000,00;
  • gli artisti e professionisti che, nell’anno precedente, non hanno superato un volume di affari di euro 400.000,00;
Altrimenti al superamento del limite la liquidazione è MENSILE
Nel caso di particolari soggetti, ad esempio distributori di carburante, autotrasportatori ecc. per i quali non è dovuto il versamento dell' interesse dell' 1%, optare come tipo di contabilità IVA il numero 3 Trimestrale Speciale.
Nella sezione “Contabilità IVA” deve essere indicato il tipo di contabilità Iva della ditta, ossia con quale cadenza il contribuente è tenuto ad effettuare i versamenti periodici. In base a quanto indicato in anagrafica ditta, nella storicizzazione relativa all’anno per cui si sta aprendo l’applicazione ContBil, vengono proposte le seguenti opzioni:
  • regime contabile 1 o 2: vengono proposti il tipo 1 mensile, 2 trimestrale e 3 trimestrale speciale;
  • regime contabile 21 o 22 : vengono proposti il tipo 1 mensile e 2 trimestrale;
  • regime contabile 31 o 32: vengono proposti il tipo 1 mensile, 2 trimestrale, 3 trimestrale speciale;
  • contribuente minimo 7 ( dal 2012 Regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità)
  • regime forfetario 15 : viene indicato in automatico il tipo 1 mensile;
Info: 06 97626328