Prova INTEGRATO GB
Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 
Scambi con San Marino Torna indietro
N° doc. 38.447
GBsoftware S.p.A
 
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Scambi con San Marino
 

Scambi con San Marino

 

1. Introduzione

2. Acquisti da San Marino con addebito d’imposta

2.1. Pulsanti e filtri

2.2 Struttura

2.3 Registrazione in prima nota dell’annotazione

2.4 Stampa

3. Vendite verso San Marino

3.1 Pulsanti e filtri

3.2 Struttura

3.3 Stampa

 

1. Introduzione

Le fatture elettroniche emesse dagli operatori sammarinesi per le cessioni di beni spediti o trasportati nel territorio dello Stato accompagnate dal documento di trasporto o similare idoneo ad identificare le parti, sono trasmesse dall’Ufficio tributario di San Marino al SDI che le recapita al cessionario.

Se la fattura elettronica indica l’addebito dell’Iva dovuta dal cessionario, l’emittente versa il tributo all’ufficio tributario di San Marino che, entro 15 giorni riversa le somme riscosse al competente ufficio dell’Agenzia delle Entrate e trasmette allo stesso gli elenchi delle fatture ad esse corrispondenti per verificare la corrispondenza.

L’esito positivo del controllo viene comunicato dall’Agenzia delle Entrate in via telematica al cessionario, il quale può esercitare la detrazione dell’Iva solo a partire da tale momento.

Diversamente, per le cessioni di beni spediti o trasportati a San Marino, non è sufficiente che il Sistema d’interscambio non abbia scartato il tracciato xml emesso dal soggetto passivo nazionale ma quest’ultimo è tenuto a visualizzare telematicamente l’esito del controllo effettuato dall’ufficio tributario di San Marino collegandosi al portale ‘Fatture e Corrispettivi’.

Occorre quindi verificare l’esito inteso come vidimazione regolarmente rilasciata da San Marino, da completarsi entro quattro mesi: in caso di esito negativo l’operatore italiano è chiamato, nei trenta giorni successivi, ad emettere nota di variazione senza il pagamento di sanzioni e interessi.

 

2. Acquisti da San Marino con addebito d’imposta

Nel software GB è stato predisposto un prospetto per tenere sotto controllo gli acquisti effettuati da San Marino con addebito d’imposta per i quali deve essere predisposta l’annotazione quando l’iva viene resa detraibile alla conferma da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Accedere quindi in Contabilità > Prima nota > Scambi con San Marino:

 

2.1 Pulsanti e filtri

: all’apertura della maschera deve essere selezionato il periodo di riferimento in base alla periodicità iva del codice attività

 

: il check viene sbloccato solo se inserito il check ‘visualizza fatture senza annotazione’ quindi riporta le fatture di anni precedenti che non hanno l’annotazione collegata (check disponibile dal 2024)

 

: fatture dell’anno che non hanno l’annotazione collegata

 

: fatture dell’anno in corrispondenza delle quali è indicata la data di conferma detraibilità

 

: fatture dell’anno in corrispondenza delle quali non è indicata la data di conferma detraibilità

 

: di default le fatture vengono caricate nel periodo di riferimento in base alla data di registrazione. Con il check in oggetto posso visualizzare le fatture in base alla data di registrazione dell’annotazione al fine di operare un controllo con la liquidazione Iva

 

: attribuzione della conferma detraibilità a più fatture

 

: attribuzione della data di registrazione dell’annotazione in modo multiplo

 

: attribuzione del registro Iva a più annotazioni in modo multiplo

 

: impostare la data di registrazione pari a quella di conferma detraibilità, qualora possibile

 

: annotazioni registrate manualmente in prima nota che non sono state abbinate a nessun documento

 

: registrazione automatica delle annotazioni in prima nota

 

2.2 Struttura

Nella maschera vengono caricate le fatture registrate in prima nota per le quali si deve attendere la conferma di detraibilità da parte dell’Agenzia dell’Entrate.

I documenti in oggetto, caricati nel periodo in base alla data di registrazione, sono registrati con le seguenti causali:

  • Q04S - 04 San Marino Add.Iva Sospensione
  • Q05S - 05 San Marino Add.Iva Sospensione
  • Q10S - 10 San Marino Add.Iva Sospensione
  • Q22S – 22 San Marino Add.Iva Sospensione

 

  • V04S - 04 San Marino Add.Iva Sospensione (ventilazione)
  • V05S - 05 San Marino Add.Iva Sospensione (ventilazione)
  • V10S - 10 San Marino Add.Iva Sospensione (ventilazione)
  • V22S – 22 San Marino Add.Iva Sospensione (ventilazione)

 

Conferma detraibilità

L’operatore italiano registra la fattura ai soli fini contabili e l’annota in sospensione sui registri in attesa dell’esito positivo del controllo che ne consentirà la detrazione ai fini IVA.

La conferma detraibilità, pervenuta tramite l’Agenzia delle Entrate in modo telematico, deve essere indicata dall’utente nell’apposito campo:

La data inserita non può essere in ogni caso inferiore alla data del documento della fattura originaria:

…e non può essere superiore alla data di registrazione dell’annotazione.

Per agevolare l’utente nell’indicazione del dato è possibile attribuire tale data in modo multiplo, selezionando il pulsante , presente nelle opzioni:

L’utente, dopo aver selezionato la data da attribuire, seleziona i documenti a cui impostarla.

Per caricare anche le operazioni che hanno già indicata la data di conferma detraibilità quindi eventualmente per sovrascriverla, selezionare il check .

Qualora venissero selezionati dei documenti la cui data non può essere inserita, all’attribuzione il software lo segnala attraverso un messaggio e non riporta la data:

 

Data registrazione annotazione

Dopo aver indicato la data di conferma detraibilità è necessario inserire la data di registrazione dell’annotazione per procedere quindi alla registrazione in prima nota.

Per agevolare l’utente è stato inserito il pulsante per riportare la data di registrazione annotazione pari a quella di conferma detraibilità, qualora possibile.

Una volta selezionata l’opzione resta attiva ad ogni apertura, finchè l’utente non la deseleziona.

In base alla data di registrazione inserita quindi in base alla data di conferma detraibilità, vengono riportate le causali iva che verranno utilizzate in fase di annotazione.

Ad esempio:

Data di conferma detraibilità nel 20xx e data di registrazione annotazione nel 20xx+1 (entro il termine della dichiarazione Iva), l’imposta può essere detratta:

Oppure, data di conferma detraibilità nel 20xx e data di registrazione annotazione nel 20xx+1 (oltre il termine della dichiarazione Iva), l’imposta non può essere detratta:

Ricordiamo quindi che l’annotazione viene fatta con causale contabile FA73 – Iva detraibile fattura acquisto, totale documento a 0 e come causali Iva per rendere detraibile l’imposta utilizzare con il segno positivo:

  • Q04E: 04 San Marino Add.Iva Detraibile
  • Q05E: 05 San Marino Add.Iva Detraibile
  • Q10E: 10 San Marino Add.Iva Detraibile
  • Q22E: 22 San Marino Add.Iva Detraibile

se la data di registrazione dell’annotazione è entro il termine della dichiarazione Iva (imposta detraibile)

 

  • T04: 04% Iva indetr.RSM con add.Iva
  • T05: 05% Iva indetr.RSM con add.Iva
  • T10: 10% Iva indetr.RSM con add.Iva
  • T22: 22% Iva indetr.RSM con add.Iva

se la data di registrazione dell’annotazione è oltre il termine della dichiarazione Iva (imposta indetraibile)

 

Con il segno negativo, invece:

  • Q04S: 04 San Marino Add.Iva Sospensione
  • Q05S: 05 San Marino Add.Iva Sospensione
  • Q10S: 10 San Marino Add.Iva Sospensione
  • Q22S: 22 San Marino Add.Iva Sospensione

se la fattura di acquisto è dello stesso anno

 

  • Q04D: 04 San Marino Add.Iva Detr. Fatt.a.p.
  • Q05D: 05 San Marino Add.Iva Detr. Fatt.a.p.
  • Q10D: 10 San Marino Add.Iva Detr. Fatt.a.p.
  • Q22D: 22 San Marino Add.Iva Detr. Fatt.a.p.

se la fattura di acquisto è dell’anno precedente.

 

La data di registrazione dell’annotazione, in ogni caso, non può rientrare in un periodo nel quale è stata salvata la liquidazione iva periodica e/o nel quale è stato stampato in definitiva il registro iva:

 

Inoltre, vengono effettuati dei controlli di compatibilità con il registro acquisti indicato: ad esempio non posso indicare il registro DL 50/2017 se la data di conferma detraibilità e di registrazione dell’annotazione si riferiscono allo stesso anno:

È possibile, inoltre, attribuire in modo multiplo la data di registrazione dell’annotazione a più documenti, tramite il pulsante :

Dopo aver selezionato la data da attribuire, devono essere indicato il check in corrispondenza di quei documenti a cui attribuirla.

Selezionando il check vengono caricate anche le operazioni che hanno già la data di registrazione annotazione, nel caso in cui si voglia eventualmente sovrascriverla.

Nel momento in cui viene attribuita la data, il software effettua gli appositi controlli di compatibilità della data indicata e lo segnala all’utente tramite messaggio:

Vengono quindi riportate nel prospetto, in corrispondenza del campo, le sole date che sono ritenute corrette.

 

Registro iva

Nel menù a tendina della colonna ‘Registro Iva’ deve essere indicato il registro acquisti in cui si vuole registrare l’annotazione.

In automatico viene riportato lo stesso registro iva indicato nella fattura originaria ma l’utente può modificarlo: