Prova INTEGRATO GB
Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 
Anagrafica Clienti / Fornitori Torna indietro
N° doc. 35.949
GBsoftware S.p.A.
 
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Anagrafica Clienti / Fornitori
 

 

Anagrafica Clienti/Fornitori WEB

1.Introduzione

2. Lista clienti/fornitori

3. Dati del cliente/fornitore

3.1.     Dati anagrafici

3.1.1.  Dettaglio dati anagrafici 

3.1.2.  Storicizzazione

3.1.3. Sede

3.1.3.1. Sede Italiana

3.1.3.2. Sede Estera

3.1.3.3. Ulteriori Sedi

3.1.3.4. Storicizzazione

3.1.4. Recapiti

3.1.5. Ulteriori dati

3.1.5.6. Allegati

3.2.     Fattura Elettronica

3.3.     Causali Iva

3.4.     Rapporti commerciali

3.4.1. Sconti

3.4.2. Fido

3.4.3. Agente

3.4.4. Modalità di Pagamento

3.4.5. Coordinate Bancarie Cliente

3.4.6. Banca Ditta

3.4.7. Incaricato Trasporto

3.4.8. Porto

3.5.     Eventi

4. Opzioni

4.1.     Cerca con Invio

4.2.     Verifica on-line della Partita IVA (iscritti VIES)

4.3.     Inserimento automatico dati anagrafici se iscritti al Vies

4.4.     Creazione automatica fornitore

4.5.     Numerazione automatica

4.6.     Compilazione stato Partita Iva

5. Inserimento anagrafica tramite QR Code

 

1.Introduzione

L’Anagrafica Clienti e Fornitori contiene i dati anagrafici dei soggetti che sono sia clienti che fornitori della ditta per le quale si stanno utilizzando le applicazioni web.

Tale procedura prevede, tra le altre funzioni:

  • il controllo e compilazione automatica dell’anagrafica per i soggetti iscritti al VIES
  • l’inserimento di ulteriori sedi e ulteriori recapiti
  • la gestione dell’anagrafica dei soggetti destinatari di fatturazione elettronica, tramite l’indicazione di più codici destinatari e i dati dei documenti correlati
  • la storicizzazione dei dati del soggetto, quali i dati del contatto, la sede/residenza
  • la gestione allegati
  • la sezione dei rapporti commerciali
  • La possibilità di inserire causali iva predefinite per un determinato soggetto

La maschera dell’Anagrafica Clienti e Fornitori WEB si suddivide in due parti:

  • la parte sinistra  contiene l’elenco di tutti i Clienti e Fornitori presenti nella ditta selezionata
  • la parte destra  contiene i dati relativi al soggetto selezionato 

torna su

2. Lista clienti/fornitori

Nella Lista Clienti/Fornitori sono presenti tutti i Clienti/Fornitori con riportato:

  • Codice
  • Denominazione,
  • Ragione Sociale (o Cognome),
  • Nome,
  • Partita Iva,
  • Codice Fiscale,

E’ possibile effettuare una ricerca su uno o più campi dalla barra di ricerca posta in alto:

Selezionando il Cliente/Fornitore, nella parte destra compariranno i dati della ditta selezionata.

È comunque possibile nascondere l’elenco cliccando sul tasto  posto in alto a sinistra.

torna su

3. Dati del cliente/fornitore

Nella parte in alto sono presenti tre tasti:

  • : permette la creazione di una nuova anagrafica
  • : permette l’inserimento dell’anagrafica tramite QR Code generato dalla sezione Fatture/Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate. Per maggiori informazioni 5. Inserimento anagrafica tramite QR Code
  • : elimina l’anagrafica corrente. Non è attivo se non è selezionata alcuna anagrafica. Se per l’anagrafica è stata effettuata/ricevuta una fattura non sarà possibile eliminare il nominativo.
  • : permette il salvataggio dell’anagrafica corrente.

I campi dell’anagrafica hanno colorazioni diverse a seconda della modalità con cui devono essere compilati.

  • gialli: devono essere compilati digitando manualmente l’informazione richiesta. Dove possibile, in determinati campi, iniziando a digitare il testo verrà aperta una lista in base ai caratteri digitati, da dove poi eventualmente compiere la selezione.
  • verdi: sono seguiti da un pulsante di selezione (ad esempio  oppure ). Cliccando sul tasto si può accedere all’elenco delle informazioni che possono essere inserite. In determinati casi, cliccando sul tasto  si accede a un sottomenù per la gestione del dato da inserire.
  •  azzurri: sono compilati in automatico dalla procedura e non possono essere variati dall’utente. 

Inoltre, se un campo è di colore  rosso significa che il valore previsto nel campo va inserito obbligatoriamente, altrimenti non si potrà procedere con il salvataggio dell’anagrafica.

Ogni anagrafica contiene al suo interno cinque sezioni:

3.1. Dati Anagrafici

3.2. Fattura Elettronica

3.3. Causali Iva

3.4. Rapporti Commerciali  

3.5. Eventi

torna su

3.1. Dati Anagrafici

3.1.1. Dettaglio dati anagrafici       

In questa sezione sono riportati i dati principali del Cliente/Fornitore:

Codice: identificativo che si vuole attribuire alla nuova anagrafica. Deve avere una lunghezza minima di tre caratteri e una lunghezza massima di dodici. Possono essere inseriti codici numerici o alfanumerici e per la stessa ditta deve essere univoco. Attivando da  la  e cliccando sul pulsante  la procedura compila in automatico il campo Codice con il primo numero disponibile, successivo dell’ultimo caricato in anagrafica. Se in anagrafica clienti\fornitori non è presente nessun soggetto il numero iniziale da cui partirà è 001.

Cliente/Fornitore: indica se il soggetto selezionato è un cliente e/o un fornitore.

Codice Fiscale(schema XML campo 1.4.1.2):: inserire il codice fiscale del cliente/fornitore. Qualora non sia formalmente corretto o di lunghezza errata il campo sarà di colore rosso e un messaggio d’avviso ci informerà sull’errore riscontrato.

Partita Iva: qui sono presenti due campi. Nel primo va indicato il Codice Stato (schema XML campo 1.4.1.1.1) ed è compilabile inserendo il nome o il codice desiderato – e quando iniziamo a compilare il campo ci verrà proposta la tabella “Stati Esteri” con filtrati i caratteri selezionati - oppure in automatico inserendo un valore fisso nella sezione  -  selezionando un valore nell’elenco. In questo modo ad ogni nuovo inserimento sarà riproposto sempre il valore indicato in questa opzione.

Nel campo adiacente va inserita la la Partita Iva (schema XML campo 1.4.1.1.2) digitando le 11 cifre e confermando. All’uscita del campo viene eseguito il controllo formale del dato inserito. Se non è formalmente valido, l’utente viene avvisato tramite messaggio.

Cliccando su  si apre la maschera Verifica Paritita Iva dove viene riportato se il codice Iva inserito è iscritto al VIES.

 

Se iscritto, in automatico sono presenti tutti i dati del soggetto e cliccando su “Scarica dati” saranno riportati nella maschera di inserimento dell’anagrafica.

I dati che possono essere compilati in automatico dal software se il soggetto è iscritto al VIES sono:

  • Partita Iva
  • Stato membro
  • Denominazione
  • Indirizzo
  • Comune
  • Provincia
  • Cap

Questo controllo diventa automatico se da  è attivata . Nel caso in cui sia attiva anche confermando la partita iva inserita, qualora fosse iscritta al Vies, in automatico esegue lo scarico dei dati del soggetto nella sezione “Contatto e Sede”.

La sezione Dati Anagrafici comprende i seguenti campi:

Denominazione: è il titolo del soggetto che si sta inserendo, viene aggiunta nelle gestioni o nelle stampe prima del Cognome e Nome;

Cogn. (schema XML campo 1.4.1.3.3)/R.Soc. (schema XML campo 1.4.1.3.1)il cognome o la ragione sociale;

Nome (schema XML campo 1.4.1.3.2): il nome.

torna su

3.1.2.  Storicizzazione (prossimo rilascio)

Nel caso in cui per il soggetto selezionato nella sezione “Dati Anagrafici” occorre variare un dato, da una data in poi in quanto cambiato, è necessario cliccare il pulsante  posto in corrispondenza della voce “Dati Anagrafici”.

Nell’esempio la ditta Alfa Sas dal 19/01/20XX viene trasformata in Alfa Spa

Il software richiede la conferma per procedere alla “Storicizzazione” dei dati relativi al contatto. Confermando, si accede alla “Lista delle variazioni dei dati generici”.

In presenza di variazioni dei dati denominazione, cognome/ragione sociale o nome è possibile inserire la data finale di validità (19/01/20xx). Da questa data in poi, l’anagrafica viene “storicizzata” e in automatico la procedura in tutte le altre gestioni userà i dati in base alle date inserite. Compilando il campo “Valido fino al” avremo la possibilità di salvare la nostra storicizzazione.

Dopo aver inserito la data, i dati presenti avranno validità Dal 01/01/1900 alla data indicata nel campo “Valido fino al” e nella maschera non occorrerà effettuare altro.

Uscendo dalla lista delle variazioni, per completare la storicizzazione è necessario modificare i dati variati nella “situazione attuale” della maschera principale.

Nell’esempio il campo Cogn./R.Soc. da Alfa Sas diventa Alfa Spa.

Per vedere i dati precedente caricati, validi fino alla data di variazione, cliccare nell’elenco posto a destra della scritta situazione: e selezionare la data di storicizzazione. Tali dati risulteranno essere immodificabili.

A questo punto è possibile modificare la data indicata come “Data valida fino al” cliccando sul pulsante . Si apre la lista delle variazioni dove l’utente potrà apportare la modifica alla data.

torna su

3.1.3.  Sede

            3.1.3.1. Sede Italiana

In questa sezione indicare i dati della sede principale del Cliente/Fornitore. Possono essere aggiunte ulteriori sedi secondarie.

Tipologia Sede: Cliccando su  si accede all’elenco delle sedi disponibili da inserire.

Indirizzo (schema XML campo 1.4.2.1):campo da input dove indicare l’indirizzo di residenza dell’anagrafica che si sta inserendo

N. (schema XML campo 1.4.2.2): numero civico

Frazione: entità appartenente ad un comune

Comune (schema XML campo 1.4.2.4):: iniziando a compilare il campo si vedrà l’elenco dei comuni in base alle lettere digitate, unitamente al CAP.

È possibile eseguire la ricerca anche per CAP dallo stesso campo. Per scaricare il comune sufficiente fare click sullo stesso. In automatico la procedura compilerà i successivi campi “CAP” (schema XML campo 1.4.2.3), “Provincia” (schema XML campo 1.4.2.5), e “Regione”.

torna su

3.1.3.2. Sede Estera

Se invece si trova all’estero va selezionato il relativo check. Facendo ciò, se sono stati inseriti dei dati nella Sede Italiana, questi verranno eliminati.

Il software abiliterà quindi dei campi diversi:

  • lo stato estero, che sarà selezionabile una volta indicare le prime lettere dello stato da selezionare (o eventualmente il codice dello stesso)
  • lo stato federato; 
  • la località di residenza; 
  • l’indirizzo; 
  • la nazionalità, selezionandola dall’elenco che si apre dal pulsante
  • la modalità operativa con cui il soggetto opera in Italia, selezionandola dall’elenco che si apre dal pulsante . E’ possibile scegliere tra:
    • Identificazione diretta: non ha sedi operative in Italia
    • Rappresentante Fiscale: inserirlo quando il soggetto non residente (comunitario/ extracomunitario) che effettua nel territorio dello Stato operazioni rilevanti ai fini IVA, può adempiere ai relativi obblighi o esercitare i relativi diritti nominando un rappresentante fiscale residente nel territorio dello Stato.
    • Stabile Organizzazione: si indica quando si ha una sede fissa di affari attraverso la quale un'impresa commerciale non residente esercita la propria attività economica, producendo reddito nel territorio di un'altra nazione.

torna su

3.1.3.3. Ulteriori sedi

Cliccando su  è possibile inserire ulteriori altre sedi rispetto a quella già inserita.

Al click si apre la seguente gestione:

Per inserire un nuovo luogo di esercizio è necessario cliccare il pulsante .

A questo punto è necessario compilare i campi seguendo la stessa logica indicata sopra. Andrà quindi indicato:

  • Tipologia sede
  • Destinatario diverso: da compilare nel caso nel documento si voglia indicare un terzo destinatario diverso rispetto al cliente verso il quale il documento è emesso;
  • Indirizzo
  • Numero civico
  • Frazione
  • Comune
  • Cap
  • Provincia
  • Regione

Una volta inseriti i dati necessari, la sede verrà quindi riportate nella lista.

E’ possibile aggiungere altre sedi ripetendo la stessa procedura. Nel caso di più sedi è possibile selezionarne una predefinita.

L’ulteriore sede è eliminabile cliccando sulla stessa e premendo il pulsante .

Una volta usciti dalla maschera d’inserimento delle ulteriori sedi, nel pulsante “Ulteriori” si avrà indicato il numero dei luoghi inseriti.

torna su

3.1.3.4. Storicizzazione

In presenza di variazioni di dati riguardanti la sezione “Sede”, da una certa data in poi, è necessario cliccare il pulsante  posto in corrispondenza della voce “Sede”.

Il software richiede la conferma per procedere alla “Storicizzazione” dei dati relativi alla sede. Confermando, si accede alla “Lista delle variazioni sedi”.

La procedura di “Storicizzazione” è la stessa utilizzata per la sezione Contatto al punto storicizzazione.

Valorizzare la data “valido fino al” e nella maschera principale modificare il dato variato.

Oltre alla sede principale, se sono presenti ulteriori sedi, è possibile eseguire la storicizzazione anche per esse.

torna su

3.1.4. Recapiti

In questa sezione possono essere inseriti i recapiti del cliente/fornitore.

Per ogni anagrafica è possibile inserire: 

  • Referente: nominativo
  • Telefono e Telefono 2
  • Cellulare
  • Cell.2
  • Fax e Fax 2
  • E-mail
  • Pec

torna su

3.1.5. Ulteriori dati

In questa sezione è possibile inserire altri dati, oltre ad allegati.

Sito Web: sito web del cliente/fornitore.

Codice EORI: imputare il codice EORI di riferimento.

Targa automezzo: targa dell’automezzo del cliente/fornitore.

Note: spazio disponibile per inserire qualsiasi promemoria riferito all’anagrafica.

torna su

3.1.5.6. Allegati

Cliccando sul pulsante  si aprirà la gestione degli stessi.

Questa funzione è presente in più maschere di GB e in questo caso permette di allegare file esterni al soggetto selezionato.

Per ulteriori chiarimenti si rimanda alla guida on-line “Documenti Allegati”.

torna su

3.2. Fatturazione Elettronica

In questa tab è possibile assoggettare il cliente a fatturazione elettronica.

Per procedere occorre indicare se il soggetto è una Pubblica Amministrazione o un’Azienda Privata.

Cliccando viene abilitata la tabella sottostante dove sarà possibile inserire i dati inerenti la fatturazione elettronica:

 

Possiamo a questo punto inserire il Codice Ufficio (per la Pubblica Amministrazione) o il Codice Destinatario (per le Aziende private B2B o per la B2C).

E’ possibile inserire anche più di un codice destinatario indicandone uno predefinito. Cliccando su   verrà creata una nuova riga dove inserire l’ulteriore codice e sarà possibile indicarne uno predefinito.

In fatturazione sarà riportato in automatico il valore predefinito. Per modificarlo è necessario inserire come predefinito un altro dei valori precedentemente inseriti nell’anagrafica del cliente.

Nel caso in cui nell’emissione della fattura elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione, ai fini del pagamento della fattura, è necessario indicare CIG o CUP.

Abbiamo quindi inserito la possibilità di valorizzarli nell’anagrafica così che saranno riportati in automatico nella sezione “Documenti Correlati” della fatturazione elettronica. I campi obbligatori da valorizzare per la sezione sono ID e Documento correlato e quelle facoltativi Cig e Cup:

  • ID(schema XML campo 2.1.2.2): numero del documento o del contratto
  • Cig (Codice Informativo di Gara) (schema XML campo 2.1.2.7): è un codice identificativo associato a ciascun appalto o lotto, che deve essere riportato all’interno degli strumenti di pagamento (come definito dall’art. 7 comma 3 del D.L. 187/2010) per garantire la tracciabilità dei flussi finanziari
  • Cup (Codice Unitario Progetto) (schema XML campo 2.1.2.6)rappresenta il codice gestito dal CIPE che caratterizza ogni progetto di investimento pubblico

  • Documento Correlato: nel caso uno dei tre campi sopra sono valorizzati è obbligatorio indicare il documento correlato così da riportare in automatico i dati all’interno della fatturazione elettronica. Se non viene valorizzato al salva, il software avverte tramite messaggio della mancanza del dato.

 

Posizionandosi nel campo è possibile scegliere tra:

  • Ordine Acquisto
  • Contratto
  • Convenzione
  • Ricezione
  • Fatture Collegate

torna su

3.3.     Causali Iva

Per velocizzare l’emissione dei documenti, è possibile abbinare ad ogni cliente le Causali iva predefinite. Abbinandole, durante l’emissione dei documenti saranno riportate in automatico. 

Per effettuare l’abbinamento occorre cliccare sul pulsante .

Per inserire il valore nel campo codice possiamo:

  • Digitarlo da input (compariranno i codici iva in base ai caratteri digitati)
  • Selezionarlo dall’elenco che si apre facendo click su .

Scaricato il codice, verrà riportata la relativa descrizione e la natura dell’aliquota iva.

E’ possibile aggiungere ulteriori codici facendo click sempre su .

Per eliminare un codice invece fare click su .

torna su

3.4.     Rapporti commerciali

Nell’ultima sezione dell’Anagrafica troviamo i “Rapporti Commerciali”

Ad ogni anagrafica è possibile associare delle condizioni commerciali che verranno successivamente inserite dal programma in fase di creazione di un nuovo documento.

torna su

3.4.1. Sconti

Percentuale di sconto sugli articoli riservata al cliente. Questo valore deve essere indicato da input e può essere anche come somma di più sconti. Esempio: 5%, 4+10%, 2+5+8%.

torna su

3.4.2. Fido

Indicare l'esposizione massima concessa. Quando vi sono DDT, rapporti d'intervento, fatture, vendite al banco o ricevute fiscali con pagamenti non ancora saldati che superano complessivamente il valore di fido, verrà mostrato un avvertimento al tentativo di creare un nuovo documento.

torna su

3.4.3. Agente

E’ possibile inserire l’agente associato cliccando su  in corrispondenza del rigo “Agente”.

All’apertura si accede alla maschera per la creazione degli agenti dove occorre:

  • inserire il nome dell’Agente
  • la percentuale della provvigione
  • eventualmente delle “Note”
  • cliccare su Salva

Una volta salvato l’agente, per abbinarlo all’anagrafica doppio click nel rigo della colonna “Agente”.

 

Il dato sarà riportato nella maschera principale.

Per eliminarlo occorre accedere alla maschera “Elenco Agenti” e cliccare su .

torna su

3.4.4. Modalità di Pagamento

E’ possibile definire per ogni anagrafica la relativa modalità di pagamento normalmente applicata.

Per valorizzare il campo cliccare su  in corrispondenza del rigo “Modalità di Pagamento”. Si apre la maschera con a destra l’elenco le modalità proposte da GBsoftware e a sinistra le proprietà della modalità selezionata.

Le proprietà delle modalità di pagamento sono:

  • Descrizione: campo da input per indicare il nominativo della modalità
  • Tipologia: campo obbligatorio compilabile tramite combo a discesa. Questo permette di abbinare alla modalità la tipologia di banca da abilitare. Sono previste tre tipologie:
    • Banca Ditta: con questa tipologia sarà possibile abbinare alla modalità di pagamento solo la banca predefinita della ditta. La ditta è l’impresa in cui si stanno inserendo i vari clienti/fornitori. 

ES. modalità di pagamento BONIFICO: Tipologia collegata Banca Ditta. Questo perché nel caso di Bonifico il cliente per effettuare il pagamento della fattura ha bisogno dei dati della banca della Ditta.

  • Banca Cliente: inserendo questa tipologia sarà possibile abbinare solo le coordinate bancarie del cliente che si sta inserendo in anagrafica clienti/fornitori. 

Es. Ricevuta Bancaria 30 giorni: Tipologia collegata Banca Cliente. Questo perché nel caso di ricevuta bancaria i dati della banca da inserire non sono quelli della ditta ma del cliente cui è stata emessa fattura.

  • Senza dati Banca: a questa tipologia sono abbinate tutte le modalità di pagamento per cui non è necessario collegare i dati bancari.

ES. Contanti, Assegni, Rimessa diretta….

  • Spese d’incasso: se indicate, le spese d'incasso sono aggiunte automaticamente al documento. Per inserirle occorre selezionarle dalla combo a discesa.

Per annullare il dato inserito, svuotare il campo dalla combo a discesa.


 

Quelle proposte da GB sono:

  • Spese d’incasso: aliquota iva da scaricare 22 – importo 15,00€

  • Spese di trasporto: aliquota iva da scaricare 22 – importo 3,00€

  • Bolli in fattura: aliquota iva da scaricare X15 – importo 2,00€

 

  • Scadenze: è possibile definire per ogni modalità di pagamento la relativa scadenza. Il campo delle scadenze indicano dopo quanti giorni dall’emissione della fattura è richiesto il saldo. Inserendolo sarà riportato in fattura insieme alla modalità di pagamento scelta.

E’ possibile creare ulteriori scadenze cliccando su  e indicando i giorni, la % d’incasso sul totale o eventualmente se il pagamento deve essere fatto a fine mese. Per eliminare la scadenza è sufficiente selezionarla e cliccare sul tasto .

Per eliminare la modalità scelta accedere alla gestione delle modalità di pagamento e cliccare su .

torna su

3.4.5. Coordinate Bancarie Cliente

In base alla modalità di pagamento scelta è possibile accedere o meno alla maschera d’inserimento delle “Coordinate Bancarie del cliente”. Per accedervi è necessario aver settato una modalità di pagamento con tipologia abbinata Banca Cliente”. A questo punto il pulsante  è attivo.

Se la modalità di pagamento aveva una tipologia “Banca Ditta” o “Senza banca” il pulsantino è disabilitato.

Cliccando si apre la maschera “Coordinate Bancarie” dove, al click su  è possibile inserire:

  • Nome Banca (schema XML campo 2.4.2.12)campo da input
  • IBAN (schema XML campo 2.4.2.13): (International Bank Account Number) indica la codifica internazionale che identifica ciascun conto bancario utilizzato per i pagamenti. E’ definito a livello internazionale e consiste in:
  • 2 lettere rappresentanti la Nazione (IT per l'Italia)
  • 2 cifre di controllo o CIN Europeo
  • il codice BBAN nazionale.

Quindi per l'Italia il codice IBAN è lungo 27 caratteri (sempre maiuscoli e senza caratteri speciali). L'IBAN è dedotto dal numero di conto corrente interno della banca e identifica univocamente un conto corrente a livello mondiale.

Esempio: IT02 L123 4512 3451 2345 6789 012

Compilato il campo in automatico saranno compilati i campi di colore celeste (Paese, Controllo, Cin, Abi, Cab, C/C)

  • Inserisci solo ABI (schema XML campo 2.4.2.14) e CAB (schema XML campo 2.4.2.15)invece che inserire l’IBAN totale per le coordinate bancarie del cliente è possibile solamente i dati dell’ABI e del CAB. In questo caso occorre porre il check su e il campo dell’IBAN viene bloccato e si abilitano i campi ABI e CAB sottostanti così da poter valorizzarli

  • Bic (swift) (schema XML campo 2.4.2.16):Il BIC (Bank Identifier Code) è un codice (codice SWIFT: Worldwide Interbank Financial Telecommunication) utilizzato nei pagamenti internazionali per identificare la Banca del beneficiario secondo lo standard ISO 9362; è disponibile praticamente per quasi tutte le banche del mondo e può essere formato da 8 o da 11 caratteri alfanumerici. Esso è utilizzato insieme al codice IBAN per trasferimenti di denaro mediante bonifico internazionale. Per verificare il codice SWIFT della propria Banca si può consultare il sito ufficiale dell'organizzazione.

?

  • Indirizzo: indicare l’indirizzo di residenza della banca che si sta inserendo
  • Comune: iniziando a compilare il campo si vedrà l’elenco dei comuni in base alle lettere digitate, unitamente al CAP.

Completato l’inserimento dei dati delle coordinate bancarie, cliccando su  le stesse verranno messe nell’elenco:

E’ possibile inserire ulteriori coordinate facendo click su . Cliccando sull’elenco queste poi verranno riportate per il cliente.

In fase di fatturazione il dato sarà riportato in automatico nella sezione Pagamento:

Se è necessario togliere l’abbinamento fatto, all’interno della maschera di caricamento delle Coordinate Bancarie cliccare su .

Cliccando su  la modalità di pagamento impostata verrà applicata a tutti i clienti presenti in Anagrafica Clienti.

 

torna su

3.4.6 Banca Ditta

In base alla modalità di pagamento scelta è possibile accedere o meno alla maschera d’inserimento della “Banca della Ditta”. Per accedervi è necessario aver settato una modalità di pagamento con tipologia abbinata “Banca Ditta” (Es. Bonifico Bancario). A questo punto il pulsante  è attivo.

Cliccando si apre la maschera con l’elenco delle “Banche della Ditta” dove, al click su è possibile inserire:

  • Nome Banca: campo da input
  • Agenzia: campo da input
  • Comune: iniziando a compilare il campo si vedrà l’elenco dei comuni in base alle lettere digitate, unitamente al CAP..
  • Provincia: compilato in automatico allo scarico del comune
  • Indirizzo: indicare l’indirizzo di residenza della banca che si sta inserendo
  • Coordinate Bancarie: viene compilato con il nome della banca e cliccando su  si inserisce l’IBAN. All’interno sono previsti i seguenti campi:
  • IBAN: International Bank Account Number) indica la codifica internazionale che identifica ciascun conto bancario utilizzato per i pagamenti. E’ definito a livello internazionale e consiste in:
    • 2 lettere rappresentanti la Nazione (IT per l'Italia)
    • 2 cifre di controllo o CIN Europeo
    • il codice BBAN nazionale.

Quindi per l'Italia il codice IBAN è lungo 27 caratteri (sempre maiuscoli e senza caratteri speciali). L'IBAN è dedotto dal numero di conto corrente interno della banca e identifica univocamente un conto corrente a livello mondiale.

Esempio: IT87 H010 0016 6000 0000 0000 000

Compilato il campo in automatico saranno compilati i campi di colore celeste (Paese, Controllo, Cin, Abi, Cab, C/C).

 

  • BIC (swift): Il BIC (Bank Identifier Code) è un codice (codice SWIFT: Worldwide Interbank Financial Telecommunication) utilizzato nei pagamenti internazionali per identificare la Banca del beneficiario secondo lo standard ISO 9362; è disponibile praticamente per quasi tutte le banche del mondo e può essere formato da 8 o da 11 caratteri alfanumerici. Esso è utilizzato insieme al codice IBAN per trasferimenti di denaro mediante bonifico internazionale. Per verificare il codice SWIFT della propria Banca si può consultare il sito ufficiale dell'organizzazione.

  • Home Banking: nelle risorse di tipo banca possono essere specificati parametri per l'uso dell'home-banking come:
    • Codice SIA: Codice identificativo dell'azienda nel sistema bancario, indispensabile per gestire i pagamenti tramite home-banking
    • Codice CUC: Codice identificativo dell'azienda analogo al SIA, indispensabile ai pagamenti SCT (bonifici SEPA).
    • Creditor identificativo (CID): Codice identificativo dell'azienda usato nell'emissione di SDD.
    • Indirizzo Internet: indicando, permette di accedere direttamente al sito della banca.
  • Note: spazio disponibile per inserire qualsiasi promemoria riferito alla banca.

Completato l’inserimento dei dati della banca della ditta, con doppio click nel rigo lo si abbina all’anagrafica. Salvare l’anagrafica.

In fase di fatturazione il dato sarà riportato in automatico nella sezione Modalità di pagamento.

Se è necessario togliere l’abbinamento fatto, all’interno della maschera di caricamento delle Banche della Ditta cliccare su .

Cliccando su  la modalità di pagamento impostata verrà applicata a tutti i clienti presenti in Anagrafica Clienti.

 

torna su

 

3.4.7. Incaricato Trasporto

Per i clienti, cliccando su  è possibile indicare l’Incaricato al Trasporto normalmente richiesti o usati con il cliente / fornitore.

Con doppio click è possibile scaricare uno tra quelli proposti:

  • Corriere
  • Destinatario
  • Mittente

oppure è possibile cliccare su  e inserirne uno personalizzato.

Se occorre togliere l’abbinamento fatto, dalla maschera “Incaricato Trasporto” cliccare su .

torna su

3.4.8. Porto

Per i clienti, cliccando su   è possibile indicare il tipo di “Porto” normalmente richiesti o usati con il cliente / fornitore.

Con doppio click è possibile scaricare uno tra quelli proposti:

  • Franco
  • Assegnato

oppure è possibile cliccare su  e inserirne uno personalizzato.

Se occorre togliere l’abbinamento fatto, dalla maschera “Porto” cliccare su .

torna su

 

3.5.      Eventi

In questa maschera sono riportati tutti gli eventi collegati al singolo cliente.

E-mail Inviate

In questa tabella sono riepilogate tutte le e-mail inviate dalla Gestione Web al cliente selezionato. Per ogni email è possibile consocere:

- La data e l’ora d’invio

- l’utente che ha inviato il documento

- l’oggetto della mail

Cliccando su verrà aperto il dettaglio della mail inviata.

 

torna su

4.         Opzioni

Da qui è possibile selezionare delle impostazioni valide per l’anagrafica clienti/fornitori.

torna su

4.1.     Cerca con Invio

All’interno dell’Anagrafica, nella riga gialla di ricerca inserendo all’interno di un campo dei caratteri in automatico viene subito eseguita la ricerca ricaricando tutte le anagrafiche che hanno all’interno della stringa i caratteri inseriti.

Se l’utente non vuole subito eseguire la ricerca, ma vuole che venga effettuata solo quando ha terminato di scrivere la parola da ricercare, dovrà apporre il check su . In questo modo scritta la parola per ricercarla cliccare INVIO.

torna su

4.2.     Verifica on-line della Partita IVA (iscritti VIES)

Inserendo questa opzione , in fase d’inserimento di una nuova anagrafica, all’uscita dal campo “Partita Iva”, scatta il controllo della validità del valore inserito.

In automatico il software effettua direttamente il Controllo delle partite Iva comunitarie dal sito delle Commissione Europea.

Si possono verificare tre casistiche:

  • il valore inserito è corretto e iscritto al Vies, in automatico i dati saranno scaricati nell’anagrafica

?

  • il valore inserito non è iscritto al Vies

?

  • il valore inserito non è valido o non corretto

Cliccando su è possibile visualizzare il responso ed eventualmente se iscritti al Vies è possibile scaricare in automatico dati del soggetto.

torna su

4.3.     Inserimento automatico dati anagrafici se iscritti al Vies

Opzione attiva solo se presente il check su . Se la partita Iva inserita è iscritta al Vies, dopo aver eseguito il controllo, in automatico il software procede con lo scarico dei dati.

Con questa utility non sarà necessario compilare i dati da input ma sarà direttamente il software ad inserirli tutti in automatico.

I dati scaricati possono essere modificati dall’utente.

torna su

4.4.     Creazione automatica fornitore

Attivando questa opzione nel momento in cui si riceve una fattura elettronica passiva su Console Web viene creato il relativo fornitore in anagrafica, qualora questo non sia già presente. A tale nuovo fornitore viene attribuito il codice in base alla numerazione automatica.

torna su

4.5.     Numerazione automatica:

Attivando questa opzione la procedura compila in automatico il campo Codice in anagrafica con il primo numero disponibile, successivo dell’ultimo caricato in anagrafica. Se in anagrafica clienti\fornitori non è presente nessun soggetto il numero iniziale da cui partirà è 001.

torna su

4.6.     Compilazione stato Partita Iva

Da qui è possibile indicare un Codice Stato di default inserendo e/o selezionando un valore dall’elenco. In questo modo ad ogni nuovo inserimento sarà riproposto sempre il valore indicato in questa opzione.

torna su

5.        Inserimento anagrafica tramite QR Code

E’ possibile procedere con la creazione di un’anagrafica cliente/fornitore direttamente tramite il codice QR generato dalla sezione fatture/corrispettivi del sito dell’Agenzia delle Entrate, in modo da evitare l’inserimento manuale della maggior parte dei dati anagrafici.

Per fare ciò, è necessario avere:

  • Il codice QR del cliente/fornitore che si vuole censire;
  • Un lettore ottico collegato al PC e configurato correttamente.

A questo punto da Anagrafica cliente-fornitore procediamo cliccando su .

Al click verrà aperta una maschera la quale ci avviserà che la procedura è pronta a ricevere i dati provenienti dalla scansione del codice QR.

Procediamo quindi con la scansione del codice tramite il dispositivo collegato al computer.

 

Fatto ciò vedremo che la sezione dati anagrafici viene compilata con:

  • Codice Fiscale
  • Partita Iva
  • Cognome/Ragione Sociale
  • Indirizzo
  • Comune
  • Cap/Provincia/Regione

Nella sezione Fattura elettronica viene invece riportata la tipologia del soggetto e l’indirizzo telematico preregistrato dal Cliente.

Una volta fatto ciò sarà possibile procedere con integrare eventualmente le informazioni mancanti e salvare l’anagrafica cosi generata cliccando sul tasto .

torna su

 

 

 

 

Info: 06 97626328