Vai alla Guida generale a tutte le Applicazioni GB
 Contabilità
Guida all'uso
 
guida
lib
guida
lib
lib
guida
lib
7 Prima nota
guida
lib
lib
lib
11 Bilancio e Gestioni collegate
lib
 1. Piano dei conti/Causali - 1.1 Piano dei conti
 1. Antir 141_Plus per Professionisti (art. 141)
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Importazione dei dati da procedure esterne
 1. Piano dei conti/Causali - 1.2 Causali Contabile
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Conti Comuni
 1. Piano dei conti/Causali - 1.3 Causali Iva
 3. Clienti/Fornitori/Percipienti
 4. Cespiti
 4. Cespiti - 4.1 Tabelle
 4. Cespiti - 4.2 Anagrafe beni e calcolo
 4. Cespiti - 4.3 Calcoli
 4. Cespiti - 4.4 Dati per altre applicazioni
 4. Cespiti - 4.5 Utility
 5. Percipienti
 6. Fatture
 7. Prima Nota
 8. Schede contabili
 Prima Nota - 7.3.2 Elenco prima nota
 9. Gestioni Iva
 10. Libri obbligatori
 11. Bilancio e gestioni collegate
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.1 Bilancio di esercizio/Situazione contabile
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.2 Prospetti contabili
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.3 Prospetti fiscali
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.4 Indici di coerenza
 11. Bilancio e gestioni collegate - 11.5 Verifica dei minimi
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.1 Bilancio CEE
 22. Bilancio Europeo 2009 - 22.2 Nota integrativa/Relazioni/Verbali
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.1 Bilancio CEE IV direttiva
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.3 Calcolo delle imposte Correnti - Anticipate - Differite
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.2 Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
 21. Bilancio Europeo 2010 - 21.4 Bilancio riclassificato
 21. Bilancio Europeo 2011
 21. Bilancio Europeo 2013
 31.8 Dichiarazione IVA Base
 31.8 Modello 770 Semplificato
 31.12 Studi di Settore 2010
 31.12 Studi di Settore 2011
 31.6 Dichiarazione Annuale IVA
 52.5 Comunicazione Iva nei paesi Black List
 52.1 Comunicazione Annuale Dati IVA
 52.2 Modelli Intracomunitari
 52.3 Dichiarazione di Intento
 52.4 TR - richiesta a rimborso
 33.1 Persone Fisiche
 33.2 Società di Persone
 33.3 Società di Capitali
 33.4 Enti Non Commerciali
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2010
 31.9 Dichiarazione Modello IRAP 2011
 31.13 Dichiarazione Modello 730
 31.11 Gestione Terreni e Fabbricati (ICI)
 12. Regimi Speciali
 12. Regime del Margine
 1. Modello F23
 2. Modello F24
 2. Saldi di Bilancio
 21. Bilancio Europeo 2011 - Menù generale Bilancio
 21.2 Bilancio Europeo 2011 - Gestione completa della produzione del fascicolo in PDF/A e .Xbrl
Saldi di Bilancio

1.Introduzione
2.Scelta della modalità di caricamento
3. Inserimento saldi “Analitico”
            3.0 Importazione da file excel (txt, csv)
            3.1 Stato Patrimoniale e Conto economico
            3.2 Bilancio Europeo
3.3 Quadratura del bilancio e produzione della prima nota
3.4 Eliminazione della prima nota
3.5 Blocco delle colonne anno e anno-1
3.6 Modifica schema
3.7 Inserimento clienti/fornitori
3.8 Conti d’Ordine
4. Inserimento saldi a Macrovoci
4.1 Bilancio Europeo a macrovoci
4.1.1 Riporto Macrovoci da anno precedente
                        4.1.2 Macrovoci con schema diverso da anno precedente
4.2 Importazione da un file xbrl
4.3 Pulisci
4.4 Quadratura del bilancio e generazione dei saldi
4.5 Annulla saldi generati
4.6 Blocco delle colonne anno e anno-1
4.7 Modifica schema
4.8 Conti d’Ordine
5.Annulla caricamento analitico/macrovoci
6. Opzioni

____________________________________________________________________________________________________________________________________________

1.Introduzione

La maschera “Saldi di bilancio” deve essere utilizzata dagli utenti che:

  • iniziano ad utilizzare il software contabile GB per la gestione della contabilità
  • inseriscono i saldi di bilancio ai fini di un’integrazione con i modelli dichiarativi
  • inseriscono i saldi di bilancio ai fini della redazione del Bilancio Europeo

Nel software GB sono a disposizione dell’utente diverse modalità di caricamento dei saldi di bilancio che servono a rispondere a diverse esigenze. In sostanza possiamo dividerle in due gruppi:

  • Caricamento analitico, ovvero dove gli importi devono essere imputati, rispettando la natura del conto (es. Costi in Dare), al codice che servirà poi alla produzione della registrazione di prima nota
  • Caricamento a macrovoci di bilancio, ovvero dove gli importi sono imputati direttamente alla voce dello schema di bilancio CEE. Quest’ultima ipotesi è limitata all’utilizzo del solo bilancio europeo poiché garantisce un’integrazione solo per tale applicazione.

All’interno della modalità di caricamento “analitica” possiamo suddividere due tipologie diverse di visualizzazione:

  • Stato patrimoniale e conto economico
  • Bilancio Europeo analitico

Entrambe le tipologie di caricamento di cui sopra possono essere alimentate tramite importazione Excel dei saldi di bilancio.

Il caricamento a macrovoci invece può essere effettuato:

  • Imputando manualmente il valore nella voce di bilancio
  • Importando i dati da un file xbrl dell’anno o dell’anno-1

Torna su

2. Scelta della modalità di caricamento

Le opzioni a disposizione variano a seconda delle esigenze di “output” e del regime contabile cui si trova la ditta in cui stiamo lavorando.

Al fine di supportare l’utente nella scelta della tipologia di “caricamento saldi” che più si addice alle sue esigenze il software richiede di indicare quali sono gli adempimenti cui deve far fronte  tra:

  • tenuta della contabilità
  • dichiarazioni fiscali
  • fascicolo di bilancio

In base alla scelta o alle scelte effettuate il software inibisce le modalità di inserimento non compatibili.

Nello schema che segue, sono evidenziate le tipologie di caricamento consigliate in base agli adempimenti che l’utente vuole fare:

I numeri indicano la tipologia di caricamento più consigliata (1) e meno consigliata (3) considerando le variabili “tempo di caricamento” e “livello di integrazione”.

Nello specifico, in caso di inserimento dati ai fini della presentazione del fascicolo di bilancio si consiglia un caricamento saldi “Bilancio europeo analitico”; infatti, anche se questa tipologia di caricamento è più laboriosa delle altre due proposte,  garantisce una maggiore integrazione con le tabelle dei documenti di bilancio.

In ogni caso, per chi ha meno tempo da dedicare all’inserimento dei dati si può optare per l’importazione da un file xbrl (dove possibile) o per un inserimento per voci di bilancio. Entrambe le tipologie consentono comunque di avere un’integrazione con i documenti di bilancio.

La scelta deve essere calibrata in base al livello di dettaglio che si vuole avere nelle tabelle integrate.

 

2166240 Il caricamento a macrovoci e importazione da file xbrl sono possibili solo per chi deve produrre unicamente il fascicolo di bilancio.

 

Per i regimi:
2 - impresa in contabilità semplificata
7 – contribuenti minimi
15 – contribuente forfetario
21 – professionista in contabilità Ordinaria
22 – professionista in contabilità Semplificato
32 – Agricoltura in contabilità Semplificata
è possibile effettuare il caricamento saldi solo nella modalità “stato patrimoniale e conto economico”.

Per i regimi:
1 – impresa in contabilità ordinaria
31 – agricoltura in contabilità ordinaria
è possibile effettuare anche il caricamento a bilancio europeo, sia analitico che a macrovoci.

Cliccando in “Saldi di bilancio” è visualizzata la seguente maschera dove, in base agli adempimenti selezionati, sono proposte le modalità di caricamento possibili e migliori:

/Img_Guide_KCF/image/2017/ContabilitÓ/saldi di bilancio/2.OpzioniDiCaricamento.jpg

Confermando la scelta effettuata, cliccando nel pulsante “Avanti”, è visualizzata la maschera dove è necessario inserire:

• data inizio esercizio
• data fine esercizio

Solo nel caso di caricamento analitico

• data di produzione prima nota
• descrizione della prima nota

NB. Attivando l’opzione “primo bilancio presentato” l’anno-1 non sarà attivato.

Tale maschera è richiamabile dal pulsante “Esercizio”.

 

Per le modalità di caricamento dei saldi degli Enti del Terzo Settore e degli Enti Non Commerciali, si rimanda all'apposita sezione del documento Saldi di bilancio ETS. Per le peculiarità del prospetto saldi in caso di conversione dal piano dei conti 2021 al piano dei conti 2022, si rimanda all'apposita sezione del documento Passaggio ai nuovi regimi contabili per Enti del Terzo Settore ed Enti Non Commerciali già presenti nel 2022.

Torna su

3. Inserimento saldi “Analitico”

Come anticipato prima, l’inserimento dei saldi “analitico” deve rispettare le normali regole della partita doppia.

Quindi, in linea generale:

  • le poste patrimoniali attive devono essere indicate nella colonna “Dare”
  • le poste patrimoniali passive devono essere indicate nella colonna “Avere”
  • i costi vanno indicati in “Dare”
  • i ricavi vanno indicati in “Avere”

Torna su

3.0 Importazione file excel

Questa tipologia di caricamento saldi di bilancio permette di imputare ai conti GB i saldi dei conti prodotti con un altro software, tramite una rapida modalità di abbinamento.

I conti così valorizzati possono essere rielaborati dall’utente in quanto al termine dell’importazione i saldi sono riportati nella modalità di caricamento “Stato patrimoniale e conto economico” da cui si potrà poi procedere alla produzione della registrazione di prima nota.

Per ulteriori informazioni si rimanda all’apposita guida on line.

 

/Img_Guide_KCF/image/2017/ContabilitÓ/saldi di bilancio/2.5 Caricamento excel.jpg

Torna su

3.1. Stato Patrimoniale e Conto economico

Se l’utente si trova in questa modalità di inserimento significa che nella maschera “Opzioni di caricamento” ha optato per la seguente opzione:

/Img_Guide_KCF/image/2017/ContabilitÓ/saldi di bilancio/3.SceltaSPeCE.jpg

Questa tipologia di caricamento permette di visualizzare l’elenco dei conti così come presenti nel piano dei conti della ditta, quindi si ha una visualizzazione ad albero, che può essere disattivata, per avere una visione dei conti “ad elenco”, selezionando l’opzione “Vista ad elenco”.

Vista ad albero:

Vista ad elenco:

Attraverso le “opzioni” l’utente può decidere se deselezionare o meno lo “Stato Patrimoniale” o il “Conto Economico”.

Anche questa possibilità è condizionata dalle scelte inizialmente fatte relativamente agli adempimenti da svolgere: ad esempio se devono iniziare ad utilizzare il software GB per la tenuta della contabilità può essere sufficiente inserire solo lo stato patrimoniale. Diversamente se devo predisporre il fascicolo di bilancio sarà necessario inserire sia lo stato patrimoniale che il conto economico.